Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Alluvione, entro marzo riaperta anche la provinciale di Livellato: partiti i lavori

Genova. Sono partiti i lavori anche sull’ultima devastante frana provocata dalle alluvioni sulle strade dell’alta Valpolcevera, quella della provinciale di Livellato dove la furia dell’acqua aveva demolito decine di metri di carreggiata.

Sul cantiere è andato con i tecnici anche il consigliere delegato ai lavori pubblici della Città metropolitana Giovanni Vassallo per verificare la situazione e fare il punto sugli interventi. “Questa frana impressionante che ha aperto una vera voragine nella strada– ha detto – è il simbolo di quanto hanno provocato le alluvioni in Val Polcevera, colpita in modo durissimo e dove abbiamo realizzato interventi di somma urgenza per poter riaprire su sei strade provinciali. La prima riapertura, sul lato verso la Guardia, della provinciale di Livellato ha permesso alle betoniere e ai mezzi di cantiere di raggiungere anche questa frana e i lavori di ricostruzione sono partiti. Se tutto continuerà come previsto entro la fine di marzo anche questa strada sarà completamente riaperta al transito”.

Gli interventi in corso hanno prima di tutto rinforzato, alla base della scarpata sotto la strada il muro d’argine del torrente e risistemato la briglia distrutta dalla violenza della piena e ora stanno preparando le strutture per la fondazione del nuovo muro in cemento armato, lungo venticinque metri e alto cinque, che sosterrà la strada verso valle. Il sopralluogo è poi proseguito sulla provinciale di Isoverde dove le ricostruzioni sono quasi completate.

“La fase della messa in sicurezza – dice Giovanni Vassallo – ha già permesso di riaprire il transito a senso unico alternato e fra qualche giorno, ultimati gli interventi di rifinitura in corso, si potrà aprire la circolazione a tutta carreggiata.” Sulla provinciale di Isoverde l’alluvione aveva demolito quindici metri di carreggiata, lesionandone altri venti e per riaprirla sono stati realizzati un muro cellulare (ossia a strati di celle prefabbricate in cemento armato riempite di ghiaia) lungo quindici metri e alto tre che sostiene la parte ricostruita della strada e un ampio cordolo in cemento armato per consolidare i successivi venti metri. In alta Val Polcevera la Città metropolitana ha completato o sta realizzando interventi per oltre ottocentomila euro sulle strade provinciali colpite dalle alluvioni, tutte riaperte tranne il tratto a monte della località Gaiazza sulla provinciale di Livellato, dove i lavori iniziati in queste settimane si concluderanno entro marzo.