Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Aggressione all’autista Uber, i tassisti genovesi: “Ferma condanna a ogni forma di violenza”

Più informazioni su

Genova. In riferimento all’episodio riportato da alcuni organi di stampa in merito all’aggressione di un pensionato che svolgerebbe anche l’attività di driver Uber, Stefano Benassi, presidente della Cooperativa Radio Taxi Genova, dichiara: “Prendiamo le distanze da qualsiasi atto di violenza a danno di persone o vetture ed esprimiamo una decisa condanna a simili episodi. Come Cooperativa siamo impegnati a far rispettare i diritti, oltre che i doveri, dei nostri soci e pertanto abbiamo, ormai da mesi, intrapreso tutte le iniziative possibili, sia dal punto di vista legale sia istituzionale, affinché a Genova siano rispettate la legalità e le regole della nostra professione contro ogni forma di abusivismo, quindi anche quello rappresentato da Uber”.

“Le istituzioni, l’assessorato alla Mobilità del Comune di Genova e la polizia municipale in primis, si sono dimostrate da subito sensibili ai problemi da noi denunciati e ci stanno dando pieno appoggio nella nostra difficile battaglia a difesa della legalità nello svolgimento della nostra professione che ha regole e norme precise che vanno rispettate. Non pensiamo che la “giustizia fai-da-te” – che purtroppo affonda le proprie radici nell’attuale situazione di crisi economica e di totale precarietà inasprita anche da innegabili fenomeni di abusivismo – sia la strada giusta per ottenere il sacrosanto rispetto delle regole vigenti e pertanto ribadiamo piena condanna per l’accaduto, in attesa che le indagini facciano il loro corso e vengano individuati i responsabili del fatto”.