Quantcast
Economia

Abb Italia: i risultati del 2014

abb

Oggi sono stati annunciati i risultati 2014 di ABB a livello mondiale e di ABB in Italia. ABB Italia ha registrato nel 2014 ordini per 2.481 milioni di euro (+ 17% rispetto al 2013) e un fatturato di 2.372 milioni di euro (+ 13% rispetto al 2013). Questo dato tiene conto delle recenti acquisizioni. Sostanzialmente stabile e positiva la redditività mentre cresce la percentuale dell’export sui ricavi che si assesta al 67% rispetto al 63% dell’anno precedente.

Commentando i risultati di ABB Italia, Mario Corsi, che dal 1° gennaio ha assunto la carica di Amministratore Delegato di ABB SpA e anche il ruolo di responsabile dell’area composta da altri 17 Paesi tra cui Grecia, Turchia, Paesi Balcanici, Malta e Israele, ha dichiarato: “Chiudiamo bene un anno molto impegnativo e, al tempo stesso, molto soddisfacente. Per ottenere i risultati che annunciamo oggi abbiamo potuto contare sulla nostra forte posizione nei comparti dell’energia e dell’automazione, sul contributo delle recenti acquisizioni così come sull’eccellenza operativa delle nostre fabbriche e sulla vicinanza al mercato delle nostre persone.

Tra gli altri fattori di successo va citata la nostra capacità di servire efficacemente i mercati internazionali testimoniata da un’importante crescita della quota di export. Importanti ordini, tra cui quello in Tunisia nel settore dell’oil & gas per la realizzazione dell’impianto di trattamento gas di Nawara, consolidano ulteriormente la nostra presenza all’estero (vedere l’elenco degli ordini di rilievo in allegato).

Oltre all’oil and gas, tra i settori trainanti del 2014 si segnala la robotica, che ha registrato un vero e proprio record di vendite di robot industriali, l’efficienza energetica, che ha segnato un incremento sull’ordinato del 28% rispetto all’anno precedente, il comparto dell’energia e l’automazione, sia nei contesti infrastrutturali che in quelli dell’industria e delle utility”.

Anche il business del service, che rappresenta il 12% dell’ordinato, con un incremento del 5,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, ha dato un significativo contributo al risultato di fine anno confermando il valore della nostra base installata e la focalizzazione delle imprese nostre clienti nell’ottimizzazione degli asset produttivi e dei processi esistenti.

ABB continua ad investire, innovare e creare valore in Italia. Lo testimoniano l’integrazione di PowerOne, il secondo produttore al mondo di inverter fotovoltaici, l’acquisizione del ramo d’azienda strumentazione industriale dell’italiana Terman ’90 S.r.l., azienda ad alto contenuto tecnologico riconosciuta dai costruttori di trasformatori di tutto il mondo che progetta e produce dispositivi di rilevamento termico, e l’inaugurazione a settembre della nuova sede di Bergamo nella quale si realizzano attività di ricerca e sviluppo di soluzioni per la bassa tensione esportate poi in tutto il mondo.

L’innovazione rimane uno degli elementi fondamentali del nostro DNA. Lo testimoniano gli investimenti in Ricerca e Sviluppo realizzati nel nostro Paese che nel 2014 hanno rappresentato il 3,2% del fatturato e un record di brevetti depositati, 39 rispetto la media di 30 degli ultimi 5 anni (vedere scheda delle innovazioni tecnologiche).

Proprio l’innovazione sarà al centro della nostra partecipazione a EXPO2015, alla quale parteciperemo in veste di Sponsor Ufficiale Automation and Robotics grazie all’integrazione di nostre soluzioni robotizzate all’interno del Future Food District.

Più informazioni