Quantcast

La Samp ritrova la vittoria, basta Eder per superare l’Empolirisultati

Sampdoria-Empoli

Genova. La Samp supera l’Empoli di misura. Ci pensa Eder, che ha appena festeggiato la centesima partita in blucerchiato (con tanto di piccolo riconoscimento consegnato da Osti prima del match), a sbloccare un match non troppo spettacolare, con la squadra di Sarri molto volenterosa e ben disposta in campo, ma senza uomini pericolosi per impensierire Viviano e compagni. La Sampdoria, come spesso accade con le “piccole”, non esprime il massimo della propria potenzialità, ma svolge il compitino senza troppe sbavature, lo stretto necessario per l’1-0 finale, staccando il Genoa sconfitto a Milano contro l’Inter e agganciando il Napoli al quarto posto in attesa della partita dei partenopei questa sera contro la Juventus.

Mihajlovic schiera il brasiliano insieme a Bergessio a comporre il reparto offensivo dei blucerchiati. In cabina di regia Soriano, con Obiang e Duncan in mediana. A difendere la porta c’è Viviano. Nell’Empoli, in maglia rossa, Tavano in panchina e Pucciarelli ad affiancare Maccarone.

Prima fase di gara con un buon possesso palla degli uomini di Mihajlovic e una fase di studio che si prolunga per circa 15 minuti. Proprio al 15′ bello scambio sulla trequarti avversaria: Eder per Obiang, sponda di Soriano per lo stesso centrocampista che prova a piazzarla di piatto destro nell’angolo alla sinistra di Sepe, che si distende bene e devia in angolo.

Primo tempo soporifero, con la Sampdoria che ci prova dalla distanza con Eder, alto sopra la traversa (23′). Una discesa di De Silvestri viene contrastata fallosamente da Rui in scivolata e al 24′ arriva il primo cartellino giallo.

I quattro difensori ospiti si muovono perfettamente in linea, con Rugani che mostra grande personalità e l’Empoli prende coraggio, sfruttando qualche errore di troppo in fase di impostazione da parte della Sampdoria, che si salva grazie a un paio di fuorigioco.

Al 30′ l’Empoli si trova in avanti 3 contro 2, ma Verdi sbaglia il passaggio e la Samp recupera con Obiang.

Poche le fiammate: Eder al 32′ prova a inserirsi centralmente, ma Barba lo anticipa sul tempo. Altro cartellino giallo per l’Empoli al 36′ Hysaj dà una spallata a Duncan lanciato in velocità e lo atterra, Tommasi lo ammonisce onestamente in modo troppo severo. Il presidente dell’Empoli, già nervoso in precedenza, si alza e protesta platealmente in tribuna d’onore, suscitando la reazione verbale dei tifosi sampdoriani

È il 42′ quando Sarri inserisce Zielinski per Verdi, sembra una scelta tecnica. L’inerzia del primo tempo si prolunga per ulteriori 3 minuti prima che le squadre rientrino negli spogliatoi e la Sampdoria ha una delle poche occasioni del primo tempo con Duncan che riceve da Obiamg una palla appena recuperata, l’ex Livorno scarta due avversari ma non riesce a evitare l’uscita di Sepe, che si oppone col corpo e blocca il pallone.

La ripresa comincia senza sostituzioni e con le squadre più grintose alla ricerca della verticalizzazione decisiva per sbloccare la partita. E al 49′ il gol arriva: lo sigla Eder, che trova l’angolino dai 18 metri con un destro a giro. Il brasiliano si procura al 54′ un calcio di punizione all’altezza della lunetta dell’area di rigore, che però Palombo non sfrutta a dovere.

Sarri inserisce Mchedlidze per Maccarone (58′) e subito dopo arriva il primo giallo per la Sampdoria: Palombo per gioco falloso.

Entra Okaka per Bergessio (64′). Ma è l’Empoli ad aver l’occasione più ghiotta al 72′ con Pucciarelli che si libera in area e prova a sorprendere Viviano, il portiere si fa trovare pronto per la respinta. L’Empoli, più vivace davanti con l’apporto di Mchedlidze, non sfrutta con Rui una punizione in posizione centrale dai 20 metri (palla di poco a lato).

Sostituzione per entrambe le squadre al 78′: entrano Rizzo per Duncan, e Tavano per Vecino. L’Empoli protesta per un fallo di mano in area da parte di Gastaldello a terra, ma per Tommasi è tutto regolare (81′). Eder, il migliore in campo, si fa male all’86’ e viene sostituito da Krsticic. Allo scadere Okaka ci prova dalla distanza, ma la mira è totalmente sbagliata. È l’ultimo atto della partita prima del fischio finale: la Samp riprende il passo dopo la sconfitta contro la Lazio e può pensare con più tranquillità alla trasferta di Parma.

 

Sampdoria-Empoli 1-0

Reti: 49′ Eder

Sampdoria: Viviano, De Silvestri, Silvestre, Gastaldello, Regini, Palombo, Obiang, Duncan (78′ Rizzo), Soriano, Bergessio (64′ Okaka), Eder (86′ Krsticic).

A disposizione: DaCosta, Romero, Romagnoli, Djordjevic, Fornasier, Lulic, Wszolek, Cacciatore, Ivan.

Allenatore: Mihajlovic

Empoli: Sepe, Hysaj, Barba, Rugani, Rui, Valdifiori, Vecino (78′ Tavano), Croce, Verdi (42′ Zielinski), Maccarone (58′ Mchedlidze), Pucciarelli.

A disposizione: Pugliesi, Bassi, Laurini, Perticone, Signorelli, Laxalt, Bianchetti, Aguirre.

Allenatore: Sarri,

Arbitro: Tommasi di Bassano.

Ammoniti: Palombo (S) Rui, Hysaj (E)

Più informazioni