Quantcast
Politica

Rifiuti, Rixi (Lega): “Passano i mesi e gli anni e ancora Genova non ha un piano dei rifiuti”

scarpino

Genova. “Anche ieri l’assessore comunale ai Rifiuti Garotta non ha saputo fornire risposte precise sul destino dei rifiuti genovesi. È evidente l’imbarazzo della giunta Doria davanti ai provvedimenti della giunta regionale e in particolare dell’assessore competente Paita che con l’ultima delibera ha di fatto annientato il piano sui rifiuti proposto dal Comune, che prevedeva due impianti di separazione secco-umido sulle aree Ilva, Rialzo, e a Volpara”. Così dichiara Edoardo Rixi, capogruppo della Lega Nord in Comune a Genova, che oggi ha presentato un’interrogazione urgente all’assessore all’Ambiente Valeria Garotta sull’emergenza rifiuti a Genova.

“A oggi il risultato dei tira e molla tra Comune e Regione, in evidente corto circuito di comunicazione – dice Rixi – è l’assoluta incertezza sul destino dei rifiuti genovesi e la totale mancanza di un piano di chiusura del ciclo. Per la Regione infatti i siti di Rialzo e Volpara sono risultati inadatti all’installazione degli impianti di separazione secco-umido – indispensabili per il successivo conferimento in discarica -. E ora? Siamo al punto di partenza. Buio assoluto. Intanto la situazione è al collasso e le conseguenze non possono essere eternamente scaricate sulle spalle e sulle tasche di imprese e cittadini costretti a pagare Tari sempre più salata – per fare fronte ai 100 mila euro di spesa al giorno per il conferimento fuori Liguria – e poi, come accaduto durante le festività natalizie, essere anche “invitati” dal nuovo direttore generale di Amiu Strozzi a tenersi la rumenta in casa”.

“Anche la visita della commissione d’inchiesta parlamentare, per metà composta da esponenti Pd – che non hanno fatto altro che certificare quello che dall’opposizione come Lega Nord denunciamo da anni – non è servita a far fare un passo concreto verso la soluzione del problema su come chiudere il ciclo dei rifiuti a Genova e in Liguria – conclude – A questo punto, non è escluso che i Comuni, compreso quello di Genova, insieme all’Anci si mobilitino per chiedere uno sblocco della situazione attuale all’assessore Paita. Da parte nostra, come Lega Nord, siamo pronti a sostenere tutti i sindaci per chiudere questa annosa battaglia sui rifiuti che sta soffocando il nostro territorio e svuotando le tasche dei cittadini”.