Quantcast

Raccolta differenziata e “porta a porta”, crescita costante: a Chiavari superata la soglia del 60%

Chiavari. Significativo incremento della raccolta differenziata a Chiavari, che ha superato la soglia del 60% anche grazie al sistema “porta a porta”, entrato in vigore dal novembre 2013, con un progressivo ampliamento nei quartieri della città, è giunto a regime nell’area urbana (con alta densità abitativa) a partire da giugno 2014. La zona periferica è stata servita, come noto, dal sistema di prossimità che, a seguito dell’evento alluvionale, è solo ora in fase di completamento.

Di notevole interesse sono i valori mensili delle percentuali di raccolta differenziata, che manifestano nel 2014 un andamento stabilmente in crescita e ormai consolidato, soprattutto nell’ultima parte dell’anno: nei mesi di ottobre e dicembre con valori superiori al 66%, e con una significativa tenuta anche in corrispondenza del verificarsi dell’ evento alluvionale di novembre, che con tutta evidenza ha condizionato solo marginalmente il comportamento dei cittadini.

“Il radicamento di nuove positive abitudini unito al fatto che il sistema di raccolta domiciliare interessa fin da subito l’intera popolazione prevista (al contrario del 2014 quando il coinvolgimento dei cittadini per il primo semestre fu graduale) rassicura sul fatto che nel 2015 verrà oltrepassato l’obbiettivo del 65% del valore medio annuo di raccolta differenziata, come previsto dal programma degli interventi”, dichiara il sindaco Roberto Levaggi.