Quantcast
Politica

Primarie Liguria, Cofferati: “Non riconosco i risultati, su irregolarità si pronunci commissione di garanzia” fotogallery

Liguria. “Ho visto i risultati, seguito lo spoglio, con l’alto livello di partecipazione di liguri e non solo, ma non considero per nulla concluse queste primarie”.

Sergio Cofferati, arrivato in Federazione Pd, lo dice a chiare lettere e lo ripete più volte: “Io questi risultati non li riconosco. Ci sono moltissime segnalazioni di irregolarità di varia natura, chiedo che la commissione di garanzia le esamini tutti, dalla partecipazione impropria e inaccettabile del centro destra, a quelle di intere comunità di stranieri. Quando avrà completato la verifica dei risultati e si sarà pronunciata avremo il quadro ultimo”.

L’ex sindacalista, come di consueto, appare calmo, ma il contenuto del suo intervento è una sciabolata. “Non commenterò in maniera definitiva, perché oggi le primarie non sono affatto concluse – avverte – ci sono anche ipotesi di possibile ricorso alla Procura, credo sia giusto fare così nel pieno rispetto delle persone. Penso che un partito debba avere un progetto ma anche una buona politica nel realizzarlo, quello che è capitato oggi non lo è”.

E ancora: “Apprezzo il voto ma è molto importante ora il giudizio sulle modalità con cui questa partecipazione è stata costruita. Se ci saranno richieste di annullamento o richieste alla Procura le commenteremo”. Infine il ringraziamento di rito, a tutti, “anche a chi ha fatto scelto diverse ma sempre nel rispetto delle regole”. Il Pd nazionale? “Farà quello che ritiene”. Domani la partenza per Strasburgo “ho un compito che non intendo interrompere fino alla fine di questa vicenda”.