Quantcast
Sport

Pallanuoto, Roberto Ravina: prima la sfida alla Pro Recco, poi la Nazionalerisultati

Roberto Ravina

Bogliasco. Rari Nantes Bogliasco domani di scena alla Vassallo in un classico, il derby contro la Pro Recco. E’ la prima giornata del girone di ritorno e si gioca alle 18, arbitri Rovida e Savarese. C’è un buon sapore di tradizioni a pensare a questa partita, con i ragazzi di mister Bettini, ex giocatore di entrambe le formazioni, che ce la metteranno tutta perché, anche se il risultato può sembrare scontato, vale quello che si fa in acqua e come lo si fa.

A presentare il match è Roberto Ravina, uno dei tanti giovani che indossa la calotta biancoazzurra, uno dei tanti giovani che scrive il proprio nome sul tabellino dei gol, anche quelli pesanti, e che festeggia con Edoardo Di Somma ed Andrea Fracas la convocazione ad un collegiale con la Nazionale ’95, dal 18 al 21 gennaio a Torino.

Roberto, cominciamo dal Recco. “Una partita molto difficile contro una squadra che non è diretta concorrente ma abbiamo voglia di fare bene. La stiamo preparando esattamente come le altre, alla ricerca del nostro meglio, anche se sarà difficile prendere punti”.

Hanno cambiato lo straniero, Pijetlovic al posto di Ivovic. “Stiamo parlando di due grandi campioni anche se in ruoli diversi, questo non cambia il nostro approccio alla partita”.

E’ cambiata però la prospettiva del Bogliasco che arriva da due vittorie consecutive. “Contro la Canottieri è stata importantissima non solo dal punto di vista psicologico ma anche pratico, per la nostra classifica, questo non ci deve dare presunzione ma la carica per le prossime partite”.

A parte quella di sabato, tre partite ravvicinate e golose, il recupero contro il Posillipo, il Savona e la Florentia. “Dieci giorni duri, faremmo tutto il possibile per portare a casa punti che ci servono per il prosieguo della stagione”.

Tu la stai mettendo dentro, anche nei momenti strategici. “E’ vero ma succede grazie alla squadra e sono contentissimo”.

Per te che significato assume giocare contro la Pro Recco? “Sono partite dure dove ogni più piccolo errore viene punito, Non avremo pressione, di nessun tipo, quindi proviamo a giocare la migliore pallanuoto possibile”.

Poi la Nazionale, è arrivata la convocazione per un collegiale, classe ’95. “La gioia più grande è il ritorno di Edoardo Di Somma in Azzurro, nella nostra categoria lui è uno dei giocatori più forti quindi era praticamente sicuro, a lui il mio più affettuoso in bocca al lupo e spero che noi tre del Bogliasco potremo toglierci delle soddisfazioni. Anche per la mia chiamato sono molto contento, è una conferma”.

E lui come ha commentato? “Era molto contento, era il suo desiderio più grande, ricominciare con le giovanili e poi arrivare alla maggiore come è già successo”.

Prima volta con il ct Pomilio. “Un grande campione da giocatore, un allenatore molto preparato, il vice di Sandro Campagna, ho saputo che ci sarà anche il 7Bello, sarà l’occasione per imparare tantissimo”.

Appuntamento a sabato. “Certo, tutti presenti, mi piace vedere la gradinata piena, dagli Irriducibili ai ragazzi e bambini delle giovanili, è quel qualcosa in più che mi dà una carica pazzesca”.