Quantcast
Sport

Pallanuoto: la Pro Recco archivia il girone di andata con una goleada contro il Comorisultati

Pro Recco

Sori. Sabato all’insegna del gol facile per la Pro Recco condotta da Igor Milanovic che nell’ultima partita del girone di andata archivia la pratica Como Nuoto con un severo 16 a 5.

Pronti via e la squadra di casa si porta subito avanti di 3 lunghezze, con la media di un gol al minuto. La prima rete del 2015 dei biancocelesti porta la firma di Aleksandar Ivovic, mentre le restanti due sono di Fondelli e Prlainovic. Una rete di Figlioli con una palombella incrementa il bottino biancoceleste.

Non c’è tregua per la retroguardia lariana perché la Pro Recco, scatenata, in superiorità numerica si porta sul 5 a 0 grazie alla trasformazione di Gitto. A fare cifra tonda ci pensa Alex Giorgetti che segna il gol numero sei.

Nel secondo tempo il Como fa di tutto per tenere la scia e il ritmo dei biancocelesti ma il risultato non cambia: la Pro Recco schiaccia i rivali e dal 6-0 del primo si arriva a metà del secondo con un parziale di 10 a 2. Sono Giacoppo, quindi Prlainovic, poi ancora Giacoppo e Ivovic a segnare e ad andare ad infierire sulla difesa lombarda in cui Paolo Oliva più volte mostra qualità e capacità, andando a parare le “bordate” delle bocche da fuoco dirette da Igor Milanovic.

I gol lombardi portano, dall’altra parte, la firma di Gaffuri in superiorità numerica e di Davide Cesini a uomini pari; quest’ultimo, con un tiro di rara precisione, va a incastonare la sfera nel “sette” difeso da Tempesti.

I padroni di casa però non rallentano né mollano la presa e il 13 a 2 esce dalle mani di Francesco Di Fulvio in superiorità numerica. Oliva fa gli straordinari tra i pali, ma nulla può quando Pietro Figlioli impugna e scaglia una sassata alla velocità della luce che sorprende il numero uno comasco: è il 14 a 2.

L’estremo difensore, lariano solo d’adozione (le sue origini sono genovesi perché cresciuto nel Vallescrivia di Paolo Venturelli), si ripaga con gli interessi andando a neutralizzare un tiro da rigore dello stesso Figlioli. Il terzo tempo si conclude con il risultato di 14-3 in favore della Pro Recco.

L’ultimo set si apre ancora con una rete dei padroni di casa: in controfuga Figlioli libera Gitto che da distanza ravvicinata brucia Oliva; sull’altro fronte è Ferraris ad andare a segnare il quarto gol di marca lombarda.

A tre minuti dalla fine del tempo Igor Milanovic manda in acqua due giovani: Bassani (classe 1999) e Brasiliano (classe 1995). C’è ancora tempo per assistere a due reti: la prima a uomo in più firmata Ferraris e la seconda per la Pro Recco ad opera di Aleksandar Ivovic dalla distanza.

Archiviata la partita contro il Como, in questo momento in casa Pro Recco la concentrazione è tutta rivolta a giovedì 15 quando, alle ore 19, la squadra biancoceleste affronterà l’Olympiacos Pireo tra le mura amiche di Sori nella gara valevole per la qualificazione alla final six di Champions League.

Queste le parole del giovane Enrico Brasiliano: “E’ sempre una grande emozione. Sono contento e per me è un onore arrivare a giocare, alla mia età, in una squadra come questa. Mister Milanovic è un allenatore che guarda molto al vivaio e questo tiene me e tutti i miei compagni sulla corda, dandoci motivazione e voglia di allenarci sempre al meglio”.

Il tabellino:
Pro Recco Waterpolo 1913 – Como Nuoto 16-5
(Parziali: 6-0, 6-2, 2-1, 2-2)
Pro Recco Waterpolo 1913: Tempesti, Brasiliano, Prlainovic 2, Figlioli 2, Giorgetti 3, Bassani, Giacoppo 2, Di Fulvio 1, Figari, Fondelli 1, Ivovic 3, Gitto 2, Pastorino. All. Igor Milanovic
Como Nuoto: Oliva, Foti, Krizman, Susak, Busilacchi 1, Ferraris 2, Milakovic, Jelaca, Pellegatta, Pagani, Gaffuri 1, Cesini 1, Garancini. All. Ratko Stritof.
Arbitri: Collantoni e Sgarra.
Note. Superiorità numeriche: Pro Recco 4 su 7 più 2 rigori di cui 1 segnato, Como 3 su 8. Uscito per limite di falli Krizman nel terzo tempo.