Quantcast
Sport

Pallanuoto, A1 maschile: il Bogliasco gioca da squadra e si impone sulla Canottieri Napolirisultati

Rari Nantes Bogliasco

Bogliasco. Comincia il nuovo anno con la Rari Nantes Bogliasco alla “Vassallo” e il pubblico delle grandi occasioni sugli spalti: circa trecento persone. Prima del match, l’emozione della sfilata con le squadre accompagnate dalle bambini ed i bambini dei settori aquagol e nuoto sincronizzato. Non solo pallanuoto con l’esibizione tra il secondo e terzo tempo di Francesca Crovetto, classe 2003, che strappa emozione e applausi. Irriducibili presenti.

Partiti. Prima azione in difesa, intesa perfetta. Poi il movimento dal centro di capitan Deserti, controfallo. Passa in vantaggio la Canottieri, superiorità numerica, rete di Velotto. Doppia parata di Prian ed il pareggio arriva a conclusione di un’azione da manuale: controfuga, passaggio di Guidaldi per Ravina che serve Deserti. Il Bogliasco si porta in vantaggio: Prian al millimetro per Edoardo Di Somma che infila Turiello. Guidaldi firma il +2 in superiorità numerica. Ancora Prian e la difesa tutta a sventare l’uomo in più dei partenopei.

Secondo tempo. Nel giro di dieci secondi la Canottieri Napoli pareggia, in superiorità: prima segna Brgulian, poi Migliaccio fa 3-3. Il team napoletano passa in vantaggio, ancora a uomo in più, con Baraldi. Ravina porta il risultato in equilibrio; Campopiano riporta la squadra di casa in vantaggio con un gol in superiorità. Ravina con apparente calma e concretamente va ancora a segno per il 5-5.

Cambio campo. Palla al Bogliasco. Tira Ravina, palo, Deserti si avventa sulla palla, para Turiello, la sfera resta in biancoazzurro, superiorità numerica, gol di Guidaldi: 6-5. Il Bogliasco spinge sull’acceleratore, la Canottieri fino ad ora ha segnato solo in superiorità. Alessandro Di Somma conquista un rigore, De Trane trasforma il 7-5. La Canottieri va in gol con Brgulian a uomo in più per il 7-6.

Ultimo tempo. Palla al Bogliasco. Si nuota e si lotta per tre minuti e mezzo poi Deserti conquista un rigore, Alessandro Di Somma lo trasforma: locali ancora sul +2. Rigore anche per la Canottieri: il fallo lo commette Ravina, è il terzo personale quindi deve lasciare il campo, Brgulian non sbaglia. Espulso anche l’allenatore Zizza. Fuori pure Boero per proteste. I napoletani a 1’53” dal termine sbagliano la superiorità più importante della partita, quella che poteva valere il pareggio. Invece Deserti è bravo a mettere dentro la palla del 9-7. Si gira Baraldi e trova Prian. Mancano 35 secondi, Bogliasco in attacco. La piscina è in piedi ad applaudire: un grande pubblico per un gran bel Bogliasco.

“Una bellissima vittoria – dice Daniele Bettini -. Abbiamo bisogno di questi punti, siamo sempre a caccia della salvezza e di qualcosa in più. Cominciamo con la salvezza poi vediamo di toglierci delle soddisfazioni: la squadra, la società, il paese ne hanno voglia, con capacità e qualità per farlo. Sono convinto che siamo sulla buona strada, non voglio dire che abbiamo fatto del nostro meglio ma il percorso è quello giusto. Mi è piaciuta la squadra, abbiamo giocato da squadra e ogni giocatore che è entrato ha dato il proprio contributo e dato il 110%, quello che chiedo ai ragazzi. Hanno giocato una bella partita, da vedere, e sono contento. Abbiamo giocato contro una formazione molto forte, ben organizzata, con un organico di tutto rispetto. Noi ci siamo difesi e abbiamo disputato la partita meglio giocata dall’inizio dell’anno”.

“Sapevamo che sarebbe stata una partita molto dura – afferma Paolo Zizza, allenatore della Canottieri – ed in un campo difficile: quest’anno c’è grande equilibrio e ogni partita è un grande enigma. Siamo stati in partita per tanto tempo ma non abbiamo avuto la forza di mettere la testa avanti, loro sono stati bravi a tenerci sotto e noi abbiamo sbagliato tantissime occasioni davanti alla porta, con troppa sufficienza e poca cattiveria agonistica, quella che ci è mancata oggi. Il Bogliasco aveva più voglia di vincere. Abbiamo creato molte occasioni ma davanti alla porta abbiamo sbagliato, in un campo come questo conquistare così tante espulsioni significa che poi la devi mettere dentro. Dobbiamo migliorare”.

Il tabellino:
Rari Nantes Bogliasco – Canottieri Napoli 9-7
(Parziali: 3-1, 2-4, 2-1, 2-1)
Rari Nantes Bogliasco: Prian, De Trane 1, A. Di Somma 1, Gavazzi, E. Di Somma 1, Ravina 2, Loomis, Monari, Boero, Guidaldi 2, Novara, Deserti 2, Insollitto. All. Bettini.
Canottieri Napoli: Turiello, Borrelli, Di Costanzo, Migliaccio 1, Brgulian 3, Morelli, Ronga, Campopiano 1, Mattiello, Velotto 1, Baraldi 1, Esposito, Vassallo. All. Zizza.
Arbitri: Caputi e Lo Dico.
Note. Superiorità numeriche: Bogliasco 2 su 5 più 2 rigori segnati, Canottieri 6 su 14 più 1 rigore segnato. Usciti per tre falli Ravina e Boero nel quarto tempo.