Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Incidente in via Chiaravagna, Bruno: “Divieti ignorati, viabilità incompatibile con transito tir” fotogallery

Sestri Ponente. Un nuovo gravissimo incidente dopo quello, mortale, del dicembre scorso. E’ ancora allarme tir tra via Giotto, via Borzoli e via Chiaravagna. Questa mattina una donna è stata investita da un mezzo pesante e le polemiche, mai sopite, tornano a divampare. “La viabilità di Borzoli-Fegino-val Chiaravagna – spiega Antonio Bruno, capogruppo a Tursi della Federazione della Sinistra – eè incompatibile con il transito di camion e autoarticolati. Nonostante questo, la Civica Amministrazione si ostina ad anteporre le ragioni del profitto a quella della sicurezza. Ricordo che a dicembre, in via Borzoli, è morto il diciottenne Alessandro Fontana, investito da un tir”.

tir via borzoli camion

“Di fronte alla proposta di interdire il passaggio di autoarticolati, fino a quando non entrerà in funzione il collegamento tra Aeroporto e Borzoli, è stata emessa un’ordinanza per molti versi parziale e non risolutiva, come si evince dall’ultimo tragico incidente. Non era quello che si chiedeva. Inoltre ricordo che all’azienda Derrik è stata concessa un’area appositamente dedicata vicino all’aeroporto. Nonostante ciò l’azienda continua a utilizzare il deposito di Borzoli”.

“Segnalo che l’ordinanza è istituita solo per via Giotto, per cui i Tir potrebbero decidere di percorrere via Borzoli prendendola dal lato incrocio Via Ferri Rivarolo e viceversa.
Inoltre non è garantita la sicurezza per i ragazzi del Calvino visto che dalle 13.alle 14.30 i tir possono comunque passare, percorrendo Via Borzoli, da Via da Bissone e Via Chiaravagna ritrovandosi nuovamente in via Giotto a valle dei cartelli di divieto. Il plesso scolastico di Via F.lli Coronata mantiene l’uscita dei ragazzi delle medie alle 13.30, il mercoledì l’orario di uscita delle è alle 13.30, le elementari e la materna statale 14.20 e la materna comunale esce alle 13.30 alle 14. Il tutto mentre l’ordinanza prevede divieto per il mercoledì dalle 15 alle 17. Un’altra criticità riguarda l’entrata dei ragazzi delle scuole di via Giotto per cui al mattino dalle 7.30 alle 8.30 non esiste e nessuno vieta ad un tir di percorrere via Giotto direzione Pegli”.

“Infine – conclude Bruno – gli stessi divieti vengono sistematicamente disattesi. Le foto che allego sono di questa mattina dove due camion violano il divieto di passaggio dalle 7.30 alle 8.30”.