Quantcast
Economia

Saldi invernali, in Liguria scatta la corsa agli sconti: il decalogo per evitare le truffe

Genova. Scatta oggi la corsa ai saldi in tutta la Liguria, in anticipo rispetto al passato per volere delle stesse associazioni di categoria. A Genova via all’apertura straordinaria di numerose attività economiche, che si protrarrà per tutto il ponte della Befana, fino a martedì 6 compreso. “In particolare – ricorda Confesercenti – terranno aperti tutti gli esercizi aderenti all’Unione Operatori Economici di Via Luccoli, del Civ Sestiere Carlo Felice (comprendente Galleria Mazzini, via Roma e via XXV Aprile) e il Civ Lomellini (comprendente anche via San Luca, via del Campo e piazza Fossatello)”. A questi, si aggiungono le numerose aperture decise singolarmente dagli esercenti delle altre zone della città.

Tursi inoltre, su indicazione dell’assessorato alla Mobilità, ha stabilito per l’intera giornata la gratuità dei parcheggi delle zone blu e isole azzurre su tutto il territorio cittadino, una nuova iniziativa per i cittadini e gli operatori economici.

Oggi “Baby parking” e parcheggi gratuiti a Santa Margherita Ligure. La giunta comunale, infatti, ha deciso di azzerare il costo della sosta negli stalli blu, gestiti direttamente dal comune, per tutta la giornata. Contestualmente è stato predisposto un servizio gratuito presso la Casa degli Elfi del Santa Claus Village (anfiteatro Bindi) di baby parking funzionante dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 18.30, che andrà ad integrarsi con le attività ludico-ricreative già organizzate dall’Ascom sempre all’interno della Casa degli Elfi.

Via agli acquisti, quindi, per tutti gli amanti dello shopping, che potranno approfittare delle grandi occasioni per 45 giorni, fino al 16 febbraio. Tutta la normativa sui saldi è visionabile sul sito della Regione Liguria.

Nel frattempo, per evitare di incorrere in truffe e finte promozioni, le associazioni dei consumatori hanno preparato un decalogo di consigli per i cittadini. Ecco alcune attenzioni: verificare prima della partenza dei saldi il prezzo pieno del prodotto che si intende comperare; non fermarsi mai davanti alla prima vetrina; diffidare dalle vetrine tappezzate dai manifesti, conservare sempre lo scontrino quale prova di acquisto, diffidare degli sconti superiori al 50%, scegliere i negozi di fiducia e quelli con il prezzo chiaramente esposto e provare i capi. In caso di fregature, infine, rivolgersi al Codacons oppure chiamare la polizia municipale.