Quantcast
Politica

Gronda, lo sfogo di Doria contro l’ostruzionismo del M5S: “Non contrasta l’opera, ma costa soldi pubblici”

marco doria contro m5s su facebook

Genova. Il sindaco di Genova Marco Doria, sul suo profilo Facebook, si scaglia contro l’ostruzionismo del Movimento 5 Stelle. “Sui costi della politica c’è la realtà e c’è la propaganda: come l’ostruzionismo dei 5 stelle in consiglio comunale a Genova, che non contrasta la Gronda autostradale di Ponente, ma costa denaro pubblico”.

I consiglieri 5 Stelle hanno prodotto oltre mille ordini del giorno: “Carta sprecata – scrive Doria – straordinari dei dipendenti, rimborsi ai datori di lavoro di consiglieri che godono di permessi retribuiti. A questo possiamo aggiungere anche, sebbene davvero in Comune siano poca cosa i gettoni di presenza”.

Per Doria si tratta di un ostruzionismo che non contrasta la Gronda. “Non la contrasta perché il progetto della gronda è all’esame della conferenza dei servizi ed è necessario e doveroso che in quella sede il Comune di Genova sia presente e faccia sentire la sua voce per pretendere il rispetto rigoroso e non formale nella redazione del progetto definitivo delle prescrizioni della Via, ancora da approvare”.

“Sappiamo anche – conclude Doria – che deve essere oggetto di un dibattito ampio una valutazione seria dei costi dell’opera e delle sue ricadute. E a proposito di costi e di spesa è falso dire che i soldi della gronda che ora non ci sono e che verranno da significativi aumenti dei pedaggi della rete autostradale nazionale siano a disposizione del Comune e possano ora essere spesi per opere sicuramente importanti per la messa in sicurezza del territorio, che dobbiamo invece far finanziare dal governo. La realtà e la propaganda sono molto distanti. Ma chi cerca voti preferisce la propaganda”.