Quantcast

Genova, a un secolo dal genocidio, parla il Primate armeno ortodosso di Damasco

piazza nunziata, centro

Genova. In occasione della Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani, arriva a Genova S.E. Armash Nalbandian, Vescovo armeno ortodosso di Damasco, che sarà ospite della Comunità di Sant’Egidio e giovedì 22 alle 17,30 nella sala Frate Sole, in pizza della Nunziata, 4 per la conferenza dal titolo “A 100 anni dal genocidio degli armeni una testimonianza dalla Siria in guerra”.

Un secolo esatto dopo il Medz Yeghern – il “Grande Crimine”, in cui vennero massacrati tra i 500mila e il milione di armeni – il primate di Damasco parlerà in rappresentanza della chiesa nazionale più antica della cristianità e di una delle prime comunità cristiane per sottolineare il valore dell’ecumenismo, soprattutto di fronte al martirio di tanti credenti nel suo paese.

“Il mondo non ha detto niente per fermare i massacri che hanno avuto luogo nel 1915 – ha affermato recentemente Nalbandian – e rimane in silenzio su ciò che sta avvenendo in Siria oggi. Per questo noi chiediamo alla Comunità internazionale di condannare e di fermare i massacri che vengono commessi dai neo-Ottomani in Siria oggi”.