Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, il cardinale Bagnasco ai migranti: “Insieme facciamo il fronte della bontà”

Genova. Un richiamo all’unità quello lanciato dal presidente della Cei Angelo Bagnasco nell’omelia in occasione della giornata mondiale del Migrante e del Rifugiato a Genova. “La libertà senza valori veri e universali è solo un capriccio e può diventare ideologia, arroganza, violenza”.

Bagnasco ha esortato i migranti a mantenere la propria fede “senza lasciarsi sedurre dall’Occidente perché noi a volte siamo tiepidi, pavidi, timorosi del giudizio degli altri e a volte soffriamo di complessi inferiorità di fronte alle ideologie del mondo”.

Ai migranti, il presidente della Cei ha detto: “Contagiateci. E insieme facciamo il ‘fronte della bontà che è il fronte di Dio, il fronte della libertà vera, quella che non teme di rispettare gli altri, in nome valori più alti che non le nostre soddisfazioni o interessi immediati”.

“Noi occidentali – ha aggiunto il porporato – siamo pieni di supponenza e presunzione e insofferenti alla verità che ci richiama dai comportamenti sbagliati, dalle idee false, dai luoghi comuni, dal politicamente corretto. Essere insofferenti è l’atteggiamento di chi ha perso la naturalezza del pensare, è l’atteggiamento diffuso della cultura dell’ occidente”.