Quantcast

Carlo Felice, prosegue la stagione sinfonica: domenica concerto diretto da Carlo Rizzi

carlo felice

Genova. Domenica 11 gennaio, alle ore 20,30, prosegue la Stagione Sinfonica al Teatro Carlo Felice con il settimo concerto in abbonamento. Sul podio Carlo Rizzi, uno dei più importanti direttori contemporanei, particolarmente apprezzato per la sua energia viscerale e la profondità psicologica delle sue interpretazioni, due volte Direttore Musicale della Welsh National Opera e spesso ospite del Metropolitan Opera e della Royal Opera House Covent Garden, dirigerà l’Orchestra del Teatro Carlo Felice in un programma dedicato a Prokof’ev e Beethoven.

Protagonista al violino, Veronika Eberle, considerata negli ultimi anni uno dei talenti violistici tedeschi più promettenti. Ha iniziato la sua carriera concertistica a soli dieci anni e il suo eccezionale equilibrio e la maturità della sua abilità musicale le hanno valso numerosi riconoscimenti e borse di studio, tra le quali la Nippon Foundation e il Musikleben Deutsche Stiftung di Amburgo. Suonerà il violino Stradivari “Dragonetti” del 1700, per gentile concessione della Nippon Music Foundation.

In apertura di concerto verrà eseguito il Concerto n. 1 per violino e orchestra in Re maggiore, op. 19 di Sergej Prokof’ev, eseguito per la prima volta nell’ottobre del 1923 all’Opéra di Parigi; il brano segnerà una svolta importante nell’evoluzione stilistica del giovane autore, indirizzata verso un’articolazione tematica più fluida e ricca e un’orchestrazione più essenziale, qui strettamente legata al violino.

Seguirà e concluderà la serata la famosissima Sinfonia n. 3 in Mi bemolle maggiore, op. 55 “Eroica” di Ludwig van Beethoven, composta dall’autore agli inizi dell’800 e inizialmente dedicata a Napoleone, destinata anch’essa a dare una svolta al pensiero musicale del compositore, ma anche alla storia della musica e del genere sinfonico in particolare. Alle ore 19.00, presso la sala Paganini, precederà il concerto una breve conferenza introduttiva con il M° Carlo Rizzi, a cura di Giorgio De Martino. Il Teatro, quindi, sarà aperto al pubblico a partire dalle ore 18.45.