Quantcast

Calciomercato, Muriel alla Sampdoria: trattativa in corso. E spunta l’idea Eto’o

Massimo Ferrero, Sampdoria

Genova. Nessun ultimatum, ma la trattativa rimane complessa. Per portare Muriel dall’Udinese alla Sampdoria potrebbe insomma volerci ancora tempo. La distanza tra domanda e offerta si assottiglia, ma ancora non basta, anche perché in ballo non ci sono solamente aspetti economici.

Che l’Udinese non abbia necessità di fare cassa è un dato di fatto, così come è certo che l’attaccante gradisca i colori blucerchiati. “Non c’è alcun ultimatum per Muriel. C’è tanto tempo davanti – ha detto oggi il ds friulano Cristiano Giaretta – e noi non abbiamo fretta. Luis partirà solo se ci saranno i riscontri che ci attendiamo, tutto dipende dalle condizioni”.

Si era partiti da una richiesta di 15 milioni a fronte di un’offerta di 10, mentre ora la distanza pare assottigliarsi. Il rilancio doriano parla così di 10 milioni piú 2 di bonus e il 25% sulla eventuale futura cessione. Cifre che convincono l’Udinese, che però chiede in cambio anche il diritto di controriscatto. E’ questo uno dei punti su cui ancora non c’è accordo.

Un altro dato di fatto è che, specie dopo la partenza di Gabbiadini, alla Samp serva un attaccante. Mihajlovic lo ha chiesto esplicitamente e se non sarà Muriel dovrà esserci un’alternativa valida. Il patron Massimo Ferrero, dopo l’incontro delle scorse ore a Londra con i dirigenti dell’Udinese, ha così sondato il terreno per Samuel Eto’o.

L’ex Inter sarebbe felice di tornare in Italia e chiudere la carriera alla Sampdoria. Attualmente all’Everton, verrebbe in prestito fino a giugno, ma qui ballano grandi numeri: servirebbe un milione di euro per lo stipendio di soli sei mesi. Cifre su cui la Samp dovrà certamente riflettere.