Quantcast
Sport

Calcio, Serie D: il Sestri piega il Cuneo. Il RapalloBogliasco è vivo, 1-0 alla Lavagneserisultati

Rapallo. Il RapalloBogliasco non demorde e prova ancora a giocarsi le sue carte per la salvezza. I bianconeri, dopo ben tredici partite senza vittorie, sono tornati al successo, il primo sotto la guida di Antonio Soda. Ne ha fatto le spese la Lavagnese, una ex capolista che, avendo perso tre delle ultime quattro gare, è ora precipitata in settima posizione.

Le prime occasioni sono per gli ospiti, con una punizione di Di Paola e una conclusione di Croci, entrambe parate da Cvetkovic. I locali non stanno a guardare e costruiscono una gran mole di gioco, trovando sulla loro strada le parate di Parma. Al 37° il RapalloBogliasco mette la palla in rete ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Il gol partita arriva al 41°: punizione di Falagario, palla a Cintoi che indovina il tiro vincente.

Nel secondo tempo, al 6°, la Lavagnese va vicina al pareggio, ma la conclusione di Croci, ben servito da Di Paola, è neutralizzata dal portiere di casa. Oltre ad un colpo di testa di Di Paola, che non spaventa Cvetkovic, la Lavagnese non sa produrre e i bianconeri locali possono gioire per i 3 punti.

Il RapalloBogliasco ha giocato con un 5-4-1, schierando Cvetkovic; Groppo, Cintoi, Ruopolo, Calzolaio, Moresco; Pesaresi (s.t. 43° Costantino), Simeoni, Falagario, De Persiis, Taddeucci; a disposizione Guerrina, Cimino, Fiorentino, Owusu, Ravoncoli, Vagge, Zivkov, Repetto.

Andrea Dagnino ha mandato in campo la Lavagnese con un 4-4-2 con Parma; Genovali, Avellino, Ferrando, Garrasi; Damiani (s.t. 44° Di Pietro), Passiglia (s.t. 1° Boggiano), Venuti, Canu (s.t. 22° Della Cella); Di Paola, Croci; riserve Roi, Casassa, Davico, Velati, Ferrarotti, Formigoni.

Mercoledì positivo per il Sestri Levante, che al “Sivori” ha piegato l’ambizioso Cuneo per 1 a 0. La decima vittoria stagionale rilancia i corsari nelle alte sfere.

Dopo 3′ ci prova França, capocannoniere del girone, ma Stancampiano è attento. I rossoblù spingono e vanno vicini al gol con Cardini, che impegna Cammarota. Al 26° Stancampiano in uscita ferma un’iniziativa di Garin. Poco dopo va al tiro Soragna, ma non ha buona mira.

In avvio di ripresa il Cuneo attacca con decisione. All’8° Quitadamo chiama il portiere di casa alla parata, Lodi recupera palla e calcia a lato. Al 10° Garin calcia a rete, Mautone gli si oppone salvando la propria porta. Il Sestri torna a farsi vivo al 20° con una punizione di Longobardi, a lato di poco. I padroni di casa collezionano quattro corner consecutivi; sull’ultima la palla entra in rete, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Al 37° il portiere del Cuneo ferma irregolarmente Longobardi: lo stesso numero 9 del Sestri trasforma il calcio di rigore. Nel recupero viene espulso Melli, ma il Sestri Levante resiste e conquista l’intera posta in palio.

Francesco Baldini ha schierato la sua squadra con un 4-3-3 con Stancampiano; Melli, Mautone, Lorenzini, Gallotti (s.t. 1° Sanashvili); Monacizzo (s.t. 26° Olivieri), Boisfer, Cardini; Provenzano (s.t. 16° Marchesi), Longobardi, Firenze; a disposizione Moscato, Guazzoni, Pane, Besana, Bettati, Pescatore.

Il Cuneo allenato da Iacolino ha giocato con un 4-4-2: Cammarota; Quitadamo (s.t. 37° Begolo), Alasia, Corteggiano, Ferrero (s.t. 44° Cerutti); Barale, Cecchi, Lodi, Garin (s.t. 22° Montante); França, Soragna; in panchina Balsamo, Menon, Marengo, Romano, Sillano, Ottobre.

Foto (Nassano): RapalloBogliasco e Lavagnese prima del fischio d’inizio.