Quantcast
Sport

Calcio: il genovese Fabio Concas positivo all’antidoping per uso di cocaina

Fabio Concas

Genova. Fulmine a ciel sereno sulla bella favola del Carpi, squadra emiliana che sta dominando il campionato di Serie B con ben 9 punti di vantaggio sulle seconde.

Uno dei giocatori più rappresentativi della formazione biancorossa è stato trovato positico alla benzoilecgonina, metabolita della cocaina.

Si tratta di un nome molto noto agli appassionati di calcio liguri: Fabio Concas. Genovese, classe 1986, Concas ha mosso i suoi primi passi nella Sampdoria, militando nel settore giovanile blucerchiato fino al 2004. Poi è stato protagonista di tre stagioni nel Savona, in Serie D, dal 2004 al 2007, nelle quali collezionò 72 presenze segnando 11 reti. Proprio la sua positiva esperienza in biancoblù gli ha permesso di compiere il salto tra i professionisti, dove ha giocato con Carrarese, Ternana e Varese, prima di approdare al Carpi.

Il 28enne centrocampista è risultato positivo ad un controllo relativo alla partita con il Modena. La penultima giocata da Concas, dato che in quella successiva, contro il Lanciano, si è procurato una distorsione al ginocchio sinistro con interessamento dei legamenti. Per questo rischia di restare fermo quattro mesi.

La società attende le verifiche e prende le distanze. “Il Carpi FC 1909 Srl – si legge nella nota diffusa dalla dirigenza – ha preso atto della positività alla benzoilecgonina (metabolita della cocaina) del proprio tesserato al test antidoping effettuato dopo la gara Carpi-Modena del 13 dicembre scorso. Nel precisare che, ove confermata la positività, non si tratterebbe di assunzione di sostanze volte a migliorare la prestazione, né di responsabilità ascrivibili allo staff medico, bensì di condotta afferente esclusivamente alla sfera personale dell’individuo e dunque del tutto estranea al controllo della società, il Carpi FC 1909 Srl si riserva la facoltà di tutelare la propria immagine e onorabilità nelle sedi opportune nei confronti del proprio tesserato”.