Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Calcio, Entella sconfitta di misura. Prina: “Non dobbiamo perdere convinzione” risultati

Chiavari. Un match dai due volti: un’Entella come sempre solida e arrembante fino al vantaggio, fragile nel momento di difenderlo. Per la verità la reazione dopo il raddoppio degli emiliani c’è stata ma quando dall’altra parte della barricata si incontra una corazzata, raddrizzare la partita diventa complicato.

Concorda con questa disamina mister Luca Prina, giunto in sala stampa per la conferenza di rito. “Abbiamo dato il massimo e ottenuto il minino – riflette il tecnico -. In questa categoria non possiamo permetterci distrazioni. Oggi due episodi ci sono costati molto cari. Non dobbiamo perdere convinzione, la strada intrapresa è sempre quella giusta, bisogna però fare molta più attenzione a ogni dettaglio”.

Cambio in corsa. “Ho inserito due punte per cercare di mettere in difficoltà i loro centrali – spiega -. Sono stati molto bravi Iacoponi e Pedro quando è entrato. Volevamo conquistare almeno un punto, purtroppo siamo stati puniti oltremisura. Il nostro primo tempo è stato eccezionale, poi abbiamo avuto un’ottima reazione dopo il loro secondo gol. Onestamente non era facile contro quella che secondo me è la squadra più forte del campionato”.

Percorso. Al momento l’Entella è fuori dalla zona playout ma questo non è un fattore che consoli mister Prina. “Guardarsi indietro è un errore – sottolinea -. E’ una classifica compatta ed equilibrata, come sempre i conti si faranno in Primavera, ora è troppo presto. Bastano due partite negative e si viene inghiottiti, così come con due vittorie di fila si respira, l’esempio del Cittadella dell’anno scorso è esemplificativo”.

Goleador biancoceleste degli ultimi mesi, Andrea Mazzarani prende la parola per secondo in sala stampa. “Quando si passa in vantaggio meritatamente, essere raggiunti dopo due minuti dispiace molto – esordisce -. Dobbiamo riflettere attentamente in settimana sul perché non si riesca mai nell’ultimo periodo a difendere un risultato positivo. Oggi non si è vista tutta questa differenza tra noi e il Bologna, hanno fatto due gol con un solo tiro in porta. La partita è stata decisa da due episodi”.