Quantcast
Sport

Basket, Serie C nazionale: Cus Genova non pervenuto sul parquet di casa, Domodossola ha vita facilerisultati

Cus Genova Basket

Genova. Domodossola trionfa al PalaCus, vendicando il risultato dell’andata. Difficile commentare una sconfitta così netta subita per mano di una delle formazioni più forti del campionato, ma che tre mesi fa aveva dovuto lasciare il referto rosa ai genovesi, apparsi in questo caso lontani parenti di quelli visti nell’occasione.

Difficile trovare una ragione per cui una squadra che appena sei giorni prima aveva espugnato l’imbattuto parquet di Trecate incappi in una serata simile, sopravanzata in ogni voce statistica dagli avversari che hanno dominato in lungo e in largo con facilità a tratti irrisoria, complice una difesa genovese che per lunghi periodi della partita sembrava inesistente e alcune decisioni arbitrali che hanno ridato inerzia agli ospiti nei rari casi in cui Genova cercava di reagire.

Sterile e inutile anche guardare all’arbitraggio, seppur insufficiente, che ha messo un po’ di pepe al match con decisioni discutibili da entrambe le parti. “Hanno preso decisioni cervellotiche e assurde – dicono dallo staff tecnico genovese a fine match -. Ridicola l’espulsione all’accompagnatore ospite reo di aver reagito a una chiara provocazione, ridicolo il fallo tecnico a Patria che cercava di proteggere Bedini colpito al volto da una proditoria gomitata di Petricca, ridicolo il permettere atteggiamenti platealmente canzonatori allo stesso Petricca contribuendo a innervosire il clima nel finale”.

Da dove deve ripartire Genova? Innanzitutto dal chiedersi quale sia la ragione per cui questa squadra offre prestazioni esaltanti quasi sempre in trasferta e raramente al PalaCus; dal risolvere il problema difensivo del primo quarto (anche ieri 32 punti subiti); dall’acquisire continuità nel lavoro, sia in settimana che nell’arco della singola partita nel rispetto dei ruoli e delle capacità e caratteristiche individuali.

Il campionato è ancora lungo e siamo sicuri che questo sarà ricordato come un brutto episodio subito contro una squadra che ha dimostrato una capacità incredibile nel fare canestro (16/29 da tre punti in totale) e di meritare una posizione di classifica nettamente migliore di quel terzo posto attuale in coabitazione con Follo, Trecate e La Spezia, l’ultimo utile per accedere alla seconda fase.

Proprio da Follo (un’altra squadra che all’andata maramaldeggiò al PalaCus) si ricomincia per il Cus, sabato 24 gennaio alle ore 18,30. Di certo sarà un’altra musica per i biancorossi, non fosse altro perché si gioca in trasferta…

Il tabellino:
Cus Genova Basket – Poli Opposti Domodossola 67-100
(Parziali: 17-32; 34-49; 50-66)
Cus Genova Basket: Bestagno, Bigoni 2, Baiardo 8, Bedini 7, Patria 4, Gorini 9, Dufour 12, Mangione 6, Macrì 19, Meroni. All. Maestri – Pansolin – Toselli.
Poli Opposti Domodossola: Foti 17, M. Realini 21, Petricca 7, De Tomasi 8, E. Realini, Cerutti 11, Raskovic 27, Frank 2, Maglio 4, Maestrone 3. All. Morganti.
Arbitri: De Bernardi e Spitaleri (Torino).

Note. Uscito per cinque falli Dufour (62-79, 35°); fallo tecnico a Patria (41-58, 28°) e alla panchina Cus Genova (41-59, 28°); espulso accompagnatore Domodossola (41-60, 28°)
Le statistiche per il Cus Genova: 20/36 da due, 5/23 da tre, 12/20 tiri liberi, 29 rimbalzi (Patria 9), 8 assist (Macrì, Patria 2), 9 recuperi (Bedini, Gorini, Patria, Dufour 2).

Nella foto (Giorgio Scarfì): Dufour in penetrazione contro Realini, Foti e Petricca osservano.