Quantcast
Sport

Basket, aLmore Genova: al PalaDonBosco arriva la capolista Piramis Torinorisultati

Genova. Il 2015 per l’aLmore Genova inizierà domani, sabato 10, con un test probante: al PalaDonBosco, infatti, alle ore 18, avversaria delle rosanero sarà la capolista Piramis Torino, protagonista di un 2014 assolutamente eccezionale.

Nel 2014 infatti le torinesi, dopo due sconfitte all’inizio di Gennaio, hanno inanellato (tra stagione regolare 2013/2014, semifinali e finali playoff 2014, prima fase stagione 2014/2015) ben 21 vittorie su 26 incontri, con quattro sconfitte (su 6) subite contro le formazioni (Trieste e Battipaglia) salite poi in Serie A1.

Le rosanero, invece, protagoniste fino a novembre di un entusiasmante 2014 (chiuso con 16 vittorie su 24 incontri), hanno ridimensionato il loro score nel mese di dicembre, contrassegnato da due vittorie seguite da tre sconfitte consecutive, che hanno rimesso in discussione il passaggio alla poule Promozione che sembrava già da tempo messo in cassaforte.

Coach Andrea Grandi, subentrato a Vittorio Vaccaro, ha esordito a Milano contro il Sanga (sconfitta di un solo punto, maturata negli ultimi cento secondi) con due soli allenamenti a disposizione.

Nel corso della pausa festiva, coadiuvato dall’assistente Andrea Brovia e dal preparatore atletico Manuela Pietronave, ha trovato piena collaborazione da parte delle giocatrici, sottoposte ad un lavoro particolarmente intenso.

“Abbiamo lavorato. Abbiamo lavorato tanto, con intensità e qualità – conferma il coach dell’aLmore Genova -. Abbiamo smaltito gli acciacchi e messo benzina nel serbatoio. Abbiamo iniziato un nuovo percorso tecnico mettendo in gioco tutto l’impegno possibile, mettendolo a disposizione di tutti, giocatrici e staff tecnico. Siamo consapevoli delle difficoltà ma certi che la qualità del lavoro pagherà. Il gruppo ha condiviso e ‘sposato’ le proposte tecniche, e attende con entusiasmo la prova del campo. E non esiste prova migliore che sfidare la prima in classifica”.

Certo, per il coach di Rapallo sarebbe stato più semplice un esordio casalingo contro una squadra di minore caratura, ma il girone A si è fin qui dimostrato privo di partite facili ed il confronto con la prima della classe potrà dare più precise indicazioni sull’efficacia del lavoro fin qui svolto, utili per affrontare gli ultimi due turni di campionato, determinanti per raggiungere matematicamente il primo obiettivo stagionale, l’accesso alla Poule Promozione per la Serie A1.

Per l’incontro con la Piramis Torino sarà finalmente convocabile anche Federica Bianchino, dapprima bloccata dalla normativa sulla “formazione italiana” poi dalla frattura al polso rimediata in un incontro del campionato Under 19, che sembrerebbe pienamente superata.