Quantcast
Sport

Basket, A3: una Fortunato super non basta, Lavagna cede nel finale a Castelnuovorisultati

Polysport Lavagna

Lavagna. Così com’era accaduto all’andata, Lavagna si arrende a Castelnuovo Scrivia al termine di una bella partita, combattuta e ben giocata da ambo le formazioni.

Per le liguri il match rappresentava una delle ultime occasioni per provare ad agganciare il quarto posto nella stagione regolare, mentre il Castelnuovo doveva provare a difendere il terzo posto in solitario, divenuto matematico per la sconfitta di Moncalieri con Empoli. Con queste premesse era lecito attendersi un match frizzante e le attese non sono state deluse.

Lavagna è brillante fin dall’avvio, molto precisa dai 6,75 e trascinata da una Fortunato caldissima (8 punti in 10′) mentre dall’altra parte è il trio Marciano-Leva-Codispoti a sostenere il peso offensivo ed a tenere a contatto l’Eco Program (14-16 al 10°) che ha già Greppi a quota due falli.

Nel secondo quarto, dopo qualche minuto di equilibrio, sale in cattedra la difesa piemontese e le locali si fermano; Leva, Codispoti ed una tripla di Algeri portano il Castelnuovo al +5 (27-22). Nel momento migliore delle ospiti arrivano il terzo e il quarto (tecnico) fallo di Greppi e la compagine di coach Daneri può così rientrare, mentre Gabba, dall’arco, interrompe un inusuale, per lei, digiuno.

Si va al riposo sul 30-30 e sui binari dell’incertezza si riprende dopo l’intervallo con Marciano brava nel pitturato, spalleggiata da Gabba e Leva; sul finire della frazione però le padrone di casa sfruttano l’unico vero passaggio a vuoto delle castelnovesi ed allungano in maniera decisa (49-42 al 30°) grazie ad una Fortunato in versione monstre (16 punti sui 19 realizzati).

Le ospiti reagiscono e sospinte da Leva e Gabba piazzano un 10-0 che ribalta l’inerzia della gara; l’allenatore di Castelnuovo deve modificare il quintetto perchè D’Amico, positiva in difesa, è a rischio tecnico e Lavagna ne approfitta e con la solita Fortunato ritorna avanti (56-52). Bergante da tre ed un libero di Leva riportano il match in parità e la parità permane anche dopo i canestri di Fantoni e Gabba.

Fortunato, fino a quel momento perfetta, fa 0 su 2 dalla lunetta e, a 26″ dalla sirena, Bergante dall’angolo infila la tripla del +3 (61-58). Sul possesso successivo le locali si appoggiano ancora a Fortunato ma il ferro respinge il tiro del possibile -1; sul fallo successivo Leva è glaciale dalla linea della carità e sigla il 63-58 finale.

Il tabellino:
Polysport Lavagna – Eco Program Castelnuovo Scrivia 58-63
(Parziali: 16-14; 30-30; 49-42)
Polysport Lavagna: Annigoni 2, Ronzitti 6, Fantoni 5, Rossi, Bertotti 7, Sanna, Zampieri, Fortunato 32, Russo 6. All. Daneri, ass. Peirano.
Eco Program Castelnuovo Scrivia: Bergante 8, Cocozza, Gabba 15, Algeri 3, D’Amico, Codispoti 10, Leva 15, Paglia, Cepollina, Greppi, Marciano 12, Scarrone. All. Balduzzi, ass. Pettenuzzo.
Arbitri: Piram (Rosignano Marittimo) e Orlandini (Livorno).