Quantcast
Cronaca

Amt, il 20 gennaio a Genova niente bus dalle 9.30 alle 17. I sindacati: “Stiamo ancora aspettando risposte da Tursi”

bus autobus

Genova. L’annuncio durante la conferenza di fine anno da parte del sindaco Marco Doria che i contratti integrativi dei lavoratori non sono al momento in discussione, visto che il ‘fondino’ messo in campo dalla Regione Liguria e i risparmi sull’Irap contenuti nella Finanziaria dovrebbero aiutare a riequilibrare il bilancio di Amt, non basta a fermare la protesta dei lavoratori genovesi del trasporto pubblico che martedì 20 gennaio incroceranno le braccia.

I bus a Genova si fermeranno dalle 9.30 alle 17, rispettando le fasce di garanzia. Per il personale non viaggiante lo sciopero riguarderà invece la seconda parte del turno. “Stiamo ancora aspettando risposte da Tursi” spiega Michele Monteforte, Filt Cgil “e siamo anche un po’ stufi di ricevere notizie sul nostro conto solo attraverso la stampa” aggiunge riferendosi alla conferenza stampa del sindaco.

“Dall’ultima riunione con il prefetto eravamo usciti con una richiestaci incontro con il Comune di Genova per far sì che il sindaco ci chiarisse come Amt intende partecipare alla gara con il Tpl e come pensa di ricapitalizzare l’azienda. Ma stiamo ancora aspettando”. Intanto il 15 gennaio in Regione dovrebbe tenersi un secondo incontro con tutte le aziende liguri del trasporto per verificare i requisiti aderire al cosiddetto fondino che consente l’esodo agevolato di chi è vicino alla pensione. “Resta il problema che, se per Amt possiamo calcolare l’esodo di 130 autisti in tre anni, ancora non è chiaro come verranno sostituiti visto che non possono essere fatte nuove assunzioni. Dobbiamo capire quali condizioni di lavoro verranno richieste a chi resterà in azienda e dovrà coprire il servizio”.