Quantcast
Politica

Altra Liguria: “Contro il patto del Nazareno al basilico, alle regionali proponiamo nuova presenza”

Vari

Liguria. “La crisi della Liguria economica, ambientale, morale e sociale nasce dalla decomposizione di un sistema di potere che ha prosciugato la democrazia e selezionato classi dirigenti inadeguate e propense al carrierismo che trasforma la politica in ascensore individuale”. E’ il j’accuse lanciato da Altra Liguria riunita oggi al circolo Zenzero per l’assemblea regionale.

“In questo contesto le compromissioni sono state profonde e plurime, inquinando anche la Sinistra organizzata, che è chiamata a recuperare la propria credibilità facendo un passo indietro e rinunciando a ogni forma di personalismo – spiega una nota –
Per questo proponiamo che alle prossime elezioni regionali prenda campo una presenza totalmente estranea rispetto a questo passato imbarazzante”.

Primo obiettivo: “la lotta di liberazione dall’affarismo di una casta cresciuta all’ombra del burlandismo, che ora si ricicla con il patto del nazareno, ‘il patto del nazareno al basilico’ stipulato tra Raffaella Paita e pezzi di berlusconismo stipulato nel dicembre scorso al convegno di Albisola. Gli effetti di questo patto scellerato si sono già visti nell’inquinamento delle primarie da parte di camellati (non composti solo migranti)”.

“Liberarci da questa mala politica è il prerequisito per tornare a una politica dalla parte delle donne degli uomini di Liguria che invitiamo a sostenere questo impegno – conclude Altra Liguria – Invitiamo tutti a partecipare alla prossima assemblea regionale che sarà organizzata da una pluralità di soggetti il 31 gennaio nella sala di Genova Eventi, in via XX Settembre 41”.