Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Taekwondo, Italiani assoluti: medaglia di bronzo per Silvia Rossi

Genova. Ai campionati italiani assoluti di taekwondo, disputati nello scorso week end a Pozzuoli, in Campania, è Silvia Rossi a conquistare un meritato bronzo in occasione della sua prima partecipazione ai Nazionali nella categoria Seniores Cinture Nere.

La Scuola Taekwondo Genova porta a casa ancora una medaglia pesante in un campionato sempre più competitivo. Il boom del taekwondo è ormai assodato e la forte partecipazione ai campionati di ogni livello è sempre altissima. Per conquistare l’oro, Silvia Rossi avrebbe dovuto vincere 5 incontri. Dopo essersi aggiudicato il primo con facilità 12-0 contro l’atleta campana Mara Iavarone, esce sconfitta al secondo per 4-9 con la vincitrice del titolo, l’emiliana Ginevra Graf, già campionessa europea Juniores.

Nei ripescaggi Silvia ha la meglio sulla veneta Isabella Chiumento, aiutata anche da un infortunio subito dall’avversaria, per poi raggiungere la medaglia di bronzo sconfiggendo nettamente l’atleta sarda Silvia Dessì per 15-3. Una gara che non soddisfa pienamente Silvia, convinta non essere riuscita ad esprimersi al meglio e considerato il fatto di aver già battuto Ginevra Graf in passato questa medaglia di bronzo le sta un po’ stretta. Per il maestro Pietro Fugazza, suo coach, è un bronzo pesantissimo proprio per la sempre più agguerrita concorrenza. “Arrivare a podio agli assoluti è sempre un successo, vincerli almeno per un anno, il traguardo della vita” commenta Fugazza.

Nulla da fare per Margherita Ramella che esce sconfitta al primo incontro da un’avversaria di sempre la laziale Jessica Salsedo con il punteggio di 5-9. Una sconfitta amara contro un’avversaria certamente alla portata di Margherita, ma la convinzione mentale della ligure non è stata all’altezza della competizione e così non è riuscita ad esprimersi al meglio per raggiungere un podio che avrebbe meritato.

Anche Silvia Lagazzo esce al primo incontro contro l’atleta patenopea Annamaria Iavarone con il punteggio in parte ingiusto di 10-22.

“I nuovi caschetti elettronici hanno mostrato i loro limiti che purtroppo si sono accaniti proprio contro la nostra atleta, peccato, forse avrebbe perso comunque, ma con un punteggio meno pesante e più equo” spiega ancora Fugazza.

omplice della sconfitta di Silvia Lagazzo è stata soprattutto l’inesperienza che dopo un buon inizio in vantaggio non le ha dato la tranquillità e concentrazione necessaria per condurre l’incontro sino alla fine senza farsi rimontare e superare. A Pozzuoli la Lanterna Taekwondo del maestro Fabrizio Terrile accede ai quarti di finale con Davide Leopardi, vincitore dei primi due incontri. Esce agli ottavi, al primo turno, Marta Masini.