Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sicurezza, la protesta del Silp nel cuore di Genova: “Il commissariato deve restare nel centro storico”

Genova. “Il commissariato Centro deve rimanere in centro storico perché è un presidio troppo importante per la città e non può essere spostato solo per ragioni di spending review”. Roberto Traverso, segretario del Silp Cgil spiega le ragioni che hanno portato il sindacato di polizia a protestare questa mattina tramite un volantinaggio contro la decisione del ministero dell’Interno di abbandonare la sede di piazza Matteotti per spostare il commissariato del centro storico nei nuovi uffici di piazza Ortiz dove recentemente sono stati già trasferiti gli uffici della Dia e dell’Immigrazione.

Silp cgil, commissariato centro

“Ancora sabato due poliziotti sono stati aggrediti dopo un controllo al mercatino abusivo di via Turati – spiega Traverso – questo dimostra che la presenza della polizia in questa zona è fondamentale. Per questo abbiamo chiesto e ottenuto dal sindaco di Genova una disponibilità ad utilizzare una parte della ex scuola Garaventa di via San Giorgio”.

La proposta era stata lanciata da alcuni abitanti e commercianti della zona: “I cittadini hanno raccolto 1.200 firme – conferma il sindacalista – e le hanno inviate al ministro dell’Interno Alfano. La soluzione sarebbe ideale anche perché le volanti potrebbero utilizzare parte del parcheggio di via Turati contenendo in questo modo la presenza del mercatino abusivo”. Se il Comune, proprietario della ex Garaventa, ha dato la sua disponibilità, resta il nodo delle risorse: “Occorre trasformare quelle aule in uffici, non è una spesa eccessiva, circa 100 mila euro, ma il Questore dice che quei soldi non ci sono. Per questo ci siamo uniti ai cittadini in questa battaglia: un conto è trasferire in una sede decentrata uffici non operativi, un altro sarebbe privare la città di un fondamentale presidio sul territorio”.