Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Samp-Udinese 2-2, che spettacolo al Ferraris! risultati

Più informazioni su

Genova. La Sampdoria chiude il 2014 con un pareggio che per come è maturato lascia un po’ l’amaro in bocca. La squadra di Mihajlovic ha regalato un tempo all’Udinese, andando in difficoltà sulle scorribande di Kone e Thereau, facendosi prima agguantare e poi superare dopo il vantaggio di Obiang. Finisce 2-2 con l’Udinese. Fondamentale la probabile strigliata di Mihajlovic negli spogliatoi, perché la squadra è rientrata in campo trasformata, raggiungendo l’Udinese con un bellissimo gol di testa di Gabbiadini. Partita comunque molto spettacolare anche se viziata da tantissimi falli (nove cartellini gialli e un rosso).

Più che una domenica pre natalizia sembra di essere all’inizio della primavera visto il clima mite. Solo i cappellini natalizi delle hostess dello stadio svelano che questa è l’ultima partita dell’anno.

Nella Samp, fuori Silvestre, infortunato e Romagnoli, squalificato. Rientra Soriano. L’Udinese sta peggio: fuori Di Natale (applaudito dai tifosi della tribuna mentre si accomoda in panchina) per un problema muscolare, oltre agli infortunati Domizzi, Piris e Muriel. In tribuna Dejan Savicevic, l’attuale presidente della Federazione calcistica montenegrina, ex Milan, è stato ospite a Bogliasco per un incontro organizzato per 24 tecnici del suo Paese.

Avvio di match con la Sampdoria che attua la solita pressione, senza però essere incisiva. Primo corner per i padroni di casa all’11’ senza particolari sviluppi.

Il vantaggio arriva pochi minuti dopo, al 15′: Palombo morbido in verticale per Okaka al centro dell’area, Karnezis in uscita ci mette il pugno, la palla arriva a Obiang che di sinistro non sbaglia.

L’Udinese reagisce subito e al 18′ è bravissimo De Silvestri a liberare l’area di rigore stoppando l’iniziativa di Geijo.

Al 18′ arriva il primo giallo della partita: Soriano atterra Kone e Irrati non ha dubbi.

Altra occasione per i bianconeri al 21′: bel cross di Thereau, tiro al volo di Kone e sfera che non va troppo lontano dall’incrocio dei pali.

Il conto dei gialli viene riequilibrato al 22′ dopo il fallo di Widmar su un Eder come sempre scatenato, lanciato in ripartenza all’altezza del centrocampo.

La partita è molto nervosa, tanti falli e gioco spezzettato. L’impressione è che l’Udinese dietro faccia molta fatica, anche quando i difensori non subiscono la pressione degli avanti doriani. La partita vive di episodi e il pareggio arriva al 31′ con un bel colpo d’esterno destro di Geijo, su assist dalla destra di Kone, che anticipa Romero in uscita.

Totalmente inaspettato l’uno-due degli ospiti che arriva al 34′ con Danilo che di testa sfrutta al massimo il cross da calcio d’angolo di Kone. Udinese in vantaggio.

Reazione doriana affidata a Eder, che scalda i pugni di Karnezis, pronto a respingere sul primo palo (35′).

La Sampdoria è più disattenta del solito e lascia spazio alle ripartenze della squadra di Stramaccioni: Gabbiadini è costretto ad atterrare Badu e arriva il giallo anche per lui (37′), salterà la prossima partita (probabilmente già con la maglia del Napoli).

Al 40′ Okaka cade in area dopo un corpo a corpo con Waguel, ma per Irrati il fallo lo ha commesso l’attaccante blucerchiato.

La partita continua a essere molto dura: Heurtaux atterra Eder e viene ammonito anche lui (43′).

La ripresa comincia senza cambi e con la Sampdoria subito in avanti: al 48′ sponda di Okaka per Gabbiadini che alza troppo la mira. Al 51′ ancora Samp: Soriano di testa per Eder che tira al volo dal limite dell’area, fuori di poco.

Lungo stop al gioco al 53′ per la zuccata che si danno Gastaldello e Regini. Entrambi continueranno la partita con vistose fasciature.

Gabbiadini è nervoso, si vede al 56′ quando tenta un fallo di reazione dopo un fallo subito da Pasquale, l’arbitro non se ne accorge.

L’Udinese si fa vedere meno all’attacco, ma al 60′ impegna Romero con Badu, che in scivolata riesce a indirizzare verso la porta l’assist di Pasquale.

Nell’azione successiva la Sampdoria pareggia: discesa di De Silvestri, cross per Gabbiadini, che si avvita e di testa insacca nonostante il volo di Karnezis. L’entusiasmo è alle stelle anche per le notizie che arrivano da Torino.

I cartellini gialli continuano a piovere sul campo: al 65′ tocca a Pasquale che trattiene Okaka.

Gabbiadini, trasformato, trascina la squadra e guadagna un calcio d’angolo al 70′, da cui scaturisce una buona palla per De Silvestri, che però calcia alle stelle.

Prima sostituzione della partita al 74′: la effettua l’Udinese con Gabriel Silva al posto di Pasquale. Altra fiammata Samp al 77′: Eder testa i riflessi di Karnezis con una rasoiata di prima intenzione su sponda di Palombo, respinta in tuffo dal portiere.

Non c’è un attimo di respiro e all’80’ l’Udinese va ancora vicino al gol con Geijo, che di testa colpisce il palo.

Entra Bergessio per Obiang (81′), segno che Mihajlovic non si smentisce e vuole provare a vincere. Stramaccioni risponde con Fernandes per Geijo. Il quarto uomo sente qualcosa di troppo nella panchina bianconera e richiama Irrati, che espelle Stankovic, il vice di Stramaccioni (84′). Anche Eder finisce sul taccuino dei cattivi per fallo su Pinzi (86′). De Silvestri si fa male e chiede il cambio. Nell’Udinese dentro Di Natale per Thereau (87′). In una partita con così tanti ammoniti inevitabile che scatti anche il rosso: tocca ad Heurtaux all’89’ andare anzitempo negli spogliatoi.

Entra Cacciatore per De Silvestri (89′) ed è proprio lui ad avere sulla testa il colpo del ko nell’ultimo giro di orologio prima dei 6 minuti di recupero. Di Natale ci prova nel primo con un destro a giro per evitare l’opposizione di Gastaldello che esce di un metro e mezzo. Sul rovesciamento di fronte Widmer ci mette una pezza sul tiro di Eder. C’è ancora tempo per altri cartellini gialli (Pinzi, reo di aver perso troppo tempo e Kone) prima del fischio finale e gli applausi del Ferraris. Terzo posto provvisorio in coabitazione con il Napoli in attesa della Lazio stasera impegnata a Milano contro l’Inter.

 

Sampdoria-Udinese 2-2

Reti: 15′ Obiang, 31′ Geijo, 34′ Danilo, 61′ Gabbiadini

Sampdoria: Romero, De Silvestri (89′ Cacciatore), Gastaldello, Regini, Mesbah, Soriano, Palombo, Obiang (81′ Bergessio), Gabbiadini, Okaka, Eder.

A disposizione: Da Costa, Viviano, Duncan, Fedato, Krsticic, Rizzo, Marchionni, Fornasier.

Allenatore: Mihajlovic

Udinese: Karnezis, Wague, Heurtaux, Danilo, Pasquale (74′ Gabriel Silva), Widner, Badu, Pinzi, Kone, Geijo (81′ Fernandes), Thereau (87′ Di Natale).

A disposizione: Brkic, Scuffet, Zapata, Belmonte, Guilherme, Bubnjic, Hallberg, Evangelista.

Allenatore: Stramaccioni

Arbitro: Irrati di Pistoia

Ammoniti: Soriano, Gabbiadini, Eder, Mesbah (S) Widmar, Heurteux,Pasquale, Pinzi, Kone (U)

Espulso: Heurtaux (89′)

Spettatori: 21.413, 3.336 paganti, incasso 43.243