Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Riforme sì ma non sulla pelle dei lavoratori”: presidio dei dipendenti delle Province davanti alla Regione fotogallery

Genova. Presidio dei lavoratori delle province liguri davanti alla sede del consiglio regionale, dove si svolgono gli Stati generali sul riordino delle Province, promossi dalla Regione Liguria con la partecipazione di Anci, enti locali e organizzazioni sindacali, per discutere della delicata situazione che si delinea dopo i tagli imposti alle autonomie locali dalla legge di Stabilità in discussione al Senato.

Centinaia i lavoratori presenti con cartelli e striscioni con scritto “Riforme sì ma non sulla pelle dei lavoratori”, “Dove vanno a finire le competenze delle province?”, “Più tagli meno servizi”. Una parte dei lavoratori è stata fatta entrare fino all’esaurimento della capienza dei posti destinati al pubblico, gli altri restano in presidio fuori dall’aula del consiglio regionale.

L’emendamento in discussione, di cui il sindaco di Genova e sindaco metropolitano Marco Doria in apertura dei lavori ha chiesto il ritiro, prevede un taglio del 30% delle risorse alle città metropolitane e del 50% alle province.