Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Regione, Della Bianca: “Il ‘carrozzone’ delle partecipate non viene ridimensionato”

Liguria. La consigliera Raffaella Della Bianca (Gruppo Misto), a seguito dell’approvazione del bilancio della scorsa settimana, fa il punto della situazione sugli obiettivi mancati della Giunta Burlando.

“Il Presidente Claudio Burlando – spiega -, ad inizio legislatura affermò che uno degli obiettivi che si prefiggeva era quello di razionalizzare le società partecipate della Regione. Oggi è evidente che l’obiettivo prefissato non è stato raggiunto. A parte il lavoro fatto con Ire Infrastrutture Liguria, le altre società sono tutte vive e vegete, come il caso di Arte che ha un bilancio in rosso di cento milioni di euro”.

Raffaella Della Bianca intende approfondire in merito a Liguria International.

“Per promuovere l’agroalimentare nel mondo – dice – Regione Liguria ha partecipato ad un evento a New York (per tale missione sono stati spesi 55 mila euro solo per l’affitto degli spazio all’interno di Eataly). Tra le altre cose è da chiarire il perché ad Eataly vengano sempre dati appalti importanti come è accaduto per il Salone Nautico e ora con l’Expo 2015, senza effettuare alcuna gara”.

La consigliera sottolinea come le società partecipate di Regione Liguria abbiano un altissimo costo per le strutture e per il personale. Tra l’altro, anche a livello nazionale nei vari dossier sulla spending review è chiaramente emerso come esista un ‘buco nero’ proprio legato alle società partecipate regionali.

“In tutto questo si inserisce un’altra questione legata alla Filse che è la finanziaria regionale, quella attraverso cui sono collegate molte delle società partecipate – aggiunge Della Bianca -, che sembrerebbe acquistare i terreni lasciati dalla Piaggio a Sestri Ponente provocando l’ennesima operazione fallimentare perché senza un piano industriale, dobbiamo avere chiaro per cosa si acquistano tali aree e a fronte di quali investimenti. Chiedo quindi al presidente Burlando e alla sua Giunta quali ritorni hanno avuto le varie ‘missioni’ effettuate dalle società partecipate di Regione Liguria, come ad esempio la trasferta oltreoceano di Liguria International e secondo quali criteri e modalità vengono scelte le location come ad esempio quella di New York costata 55 mila euro solo per l’affitto dell’area comprensiva di allestimento ed eventuale organizzazione di eventi collaterali e 4 mila euro per la comunicazione e materiale promozionale”.