Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ragazzo investito, la protesta dei cittadini e la richiesta di Bruno (Fds): “Morte annunciata, basta tir a Borzoli” fotogallery

Borzoli. La tragica morte di uno studente dell’IIS Calvino, travolto e ucciso da un camion all’inizio di via Borzoli, fa emergere molti interrogativi. “Perché continuano a transitare tir in una strada angusta e utilizzata da molte scuole? Le attività di deposito container non dovevano essere delocalizzate all’aeroporto, in attesa che fosse completata la galleria che unirà lo svincolo dell’aeroporto a queste attività?”.

Queste le domande di Antonio Bruno, capogruppo Fds, che da tempo porta queste istanze in consiglio comunale a Genova. Ieri, dopo la tragedia, i cittadini di Fegino hanno bloccato via Borzoli limitandosi a stare fermi ai bordi della stessa, dopo l’ennesimo incidente causato da un tir.

“Questo fatto dimostra che la strada da Fegino verso Borzoli non è compatibile con il transito di mezzi pesanti. Non è necessario neanche mettersi in mezzo alla carreggiata per bloccare il traffico – prosegue Bruno – Ogni giorno che passa i rischi di un grave incidente aumentano sempre più e quindi ogni omissione di intervento può essere sgradevole e colpevole”.

Bruno chiede quindi che venga emessa un’ordinanza di divieto di transito ai tir per la tutela della sicurezza pubblica.