Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Promozione girone A: Serra Riccò “ammazza grandi”, ko anche la Voltrese; colpo in trasferta per il Campomorone risultati

Serra Riccò. “Paganini non ripete” … è questo il messaggio che Niccolò Paganini fece recapitare al futuro re dei Savoia Carlo Felice che, presente fra gli spettatori del Teatro Carignano di Torino, chiedeva la ripetizione di un brano … beh, il Serra Riccò invece non si fa scrupoli a concedere il bis … e dopo aver battuto la Carlin’s Boys, mette ko anche la Voltrese.

In vantaggio al 12° con Moscamora, i padroni di casa sono stati raggiunti dal solito Cardillo, ma all’86° è salito sugli scudi il bomber polceverasco Lo Bascio, che ha regalato i tre punti al Serra Riccò, facendo felici anche i sostenitori della Carlin’s Boys, che raggiunge così la Voltrese al primo posto, dopo aver rifilato un sonante 4-1 all’Albissola. Da segnalare, tra i sanremesi, la doppietta di Espinal e le reti dell’ex arenzanese Battaglia e Daddi. Ora la Carlin’s, che deve recuperare una gara, vede la possibilità di proiettarsi in una regata “in solitario” con la prua orientata in direzione comando classifica.

Tra i “regatanti” in gara per il successo finale, c’è però anche l’Albenga, che – sfruttando il vento in poppa – ha “alzato a riva” tutte le vele disponibili, dimostrando di avere in Caverzan un “nocchiere” che sa sfruttare venti e correnti … e non solo … questa volta ha offerto al Bragno un’avvelenata “Mela” (il goleador dell’incontro, che ha issato al “Ponzo” il vessillo della squadra ingauna, rinforzata in settimana dall’arrivo, dall’Imperia, del bomber Prunecchi, 21 reti realizzate nello scorso campionato di Eccellenza).

“Mala tempora currunt”, invece, se vogliamo citare Cicerone, per il Bragno che, dopo l’addio di Ceppi, in tre partite, ha conquistato un solo punto, per una classifica che lo vede, in tandem col Borzoli, al terzultimo posto.

Cade a sorpresa, tra le mura amiche, anche la Loanesi di mister Arvasi, superata dall’ondivago Taggia per 2-1; in vantaggio con Giglio, i rossoblu sono stati, prima raggiunti da Rosso e poi definitivamente superati dagli imperiesi con una rete di Pinasco, realizzata al 50°.

Continua a vincere il Legino, che sconfitto l’Arenzano (2-1, con match point messo a segno da Semperboni), lo raggiunge al sesto posto.

Importante vittoria anche del Campomorone (grazie a Salas – un nome, una garanzia – e Bevegni), che ha così ancor più messo in difficoltà il Varazze, relegato ora al penultimo posto.

Il Cogoleto, invece, non è andato oltre lo 0-0 nel match con la Rivarolese… sembra quasi che i granata non sappiano più vincere e questa penuria di vittorie, di fatto, li ha portati al quintultimo posto … Rondinelli e compagni, tuttavia, hanno esperienza e forze sufficienti per ritrovare la via del successo.

Lo scontro salvezza tra Borzoli e Ceriale non si è potuto giocare per l’impraticabilità del campo.