Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Piaggio, è nato il “Cluster Aerospaziale”. Il presidente Logli: “Investire facendo sistema”

Più informazioni su

Villanova d’Albenga. E’ nato il “Comitato Cluster Aerospaziale Liguria”, iniziativa di Piaggio Aerospace, Confindustria Genova, Consorzio SIRE, D’Appolonia S.p.A., LAERH S.p.A., Metodi Engineering S.r.l, Rossocarbon S.r.l., Sekur Sistemi S.r.l., Bonetti Group S.p.A. e Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Energetica, Gestionale dei Trasporti dell’Università di Genova.

Lo scopo è quello di promuovere la nascita di un network per lo sviluppo e la valorizzazione delle eccellenze del settore aerospaziale presenti sul territorio ligure, ponendo le basi per lo sviluppo di un cluster tecnologico aerospaziale regionale. L’obbiettivo del cluster è la valorizzazione delle capacità e delle eccellenze scientifiche e imprenditoriali presenti sul territorio, anche al fine di promuovere le nascita e lo sviluppo sul territorio di Piccole e Medie Imprese della filiera aerospaziale.

Nella prima seduta il comitato Promotore del Cluster ha eletto quale presidente l’Ingegnere Carlo Logli, Amministratore Delegato di Piaggio Aerospace. “L’aerospazio è tra quei settori ad alto contenuto tecnologico su cui fare leva per dare vitalità all’economia del Paese. La costituzione del cluster aerospaziale Ligure apre significative prospettive, poiché favorisce la costituzione delle necessarie reti utili a valorizzare le eccellenze tecnologiche presenti sul territorio, supportando il potenziamento della ricerca e la creazione di un sistema competitivo, secondo la filosofia del cluster tecnologico altamente specializzato”.

“La nuova cabina di regia regionale renderà strategico il ruolo della Liguria nel settore aerospaziale, forte della grande esperienza già maturata da aziende ed enti di ricerca e grazie agli innovativi progetti già in corso di realizzazione, sostenuti da importanti investimenti. E’ indispensabile continuare a fare sistema sia a livello regionale che nazionale, incentivando la sinergia tra l’industria, la ricerca, le Istituzioni e valorizzando al meglio ogni opportunità di collaborazione”.