Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pallanuoto, troppa Pro Recco per il Savona: a Sori finisce 15 a 5 risultati

Sori. Finisce 15 a 5 la sfida di andata tra Pro Recco e Savona. Si conclude con il poker di Andrija Prlainovic ma soprattutto con il primo gol di Gabriele Bassani in Serie A1.

Tante note positive per i campioni d’Italia in carica, che proseguono la loro corsa a punteggio pieno affiancati al Brescia; poche per la Carisa, che precipita al settimo posto in classifica. Una posizione che, se si guarda la graduatoria partendo dal basso, è anche la terzultima, dato che la occupano altre tre formazioni.

Il tabellone non ha neppure il tempo di segnare -30 secondi che la Pro Recco sigla la prima rete della gara: la firma è quella di Prlainovic che dalla distanza brucia Antona. Passano altri trenta secondi e Fondelli replica al compagno di squadra; Federico Lapenna, dal canto suo, macina espulsioni al centro e le azioni di attacco dei biancocelesti sono sempre pericolose.

Tuttavia il terzo gol arriva ancora una volta a uomini pari e giunge ancora una volta dalle mani di Andrija Prlainovic. La prima marcatura in superiorità numerica arriva ad un minuto e mezzo dalla fine, quando Pietro Figlioli scaglia in rete la palla del 4 a 0.

Il secondo tempo viene giocato all’insegna di marcature da manuale della pallanuoto; il primo a metterle in pratica è Federico Lapenna. Il centroboa recchelino a 4 minuti dal termine, con un gesto pregevole, si libera della marcatura del difensore prima, e dell’uscita del portiere poi, andando a beffare Antona e portando sul pareggio il secondo parziale (dopo la rete di Damonte); pochi secondi più tardi si ripete deliziando gli spettatori della “Comunale” di Sori con una rovesciata a rete da applausi: è il 6-1.

In chiusura ci pensa Pietro Figlioli, dopo una finta, a far “cadere” l’estremo difensore biancorosso e a superarlo con una palombella che va ad infilarsi sotto al sette dove Antona proprio non può arrivare.

Il terzo tempo si apre con il Savona messo all’angolo dalla Pro Recco: prima Fondelli con l’uomo in più, poi Prlainovic dalla distanza e infine il sigillo (che vale la tripletta) di Andrea Fondelli in controfuga dopo l’assist al millimetro di Francesco Di Fulvio. Adesso il tabellone fa registrare 10 a 1.

Nell’ultimo tempo tra i pali dei locali esce Tempesti ed entra in acqua Pastorino, mentre davanti Felugo, Prlainovic e Ivovic portano lo score sul 13 a 1. Il secondo gol del Savona arriva dopo due tempi di sterilità offensiva e porta la firma di Fulcheris, che va a realizzare sulla sirena dei trenta secondi.

Alesiani, Damonte e Pesenti provano il colpo di coda finale, evitando alla Rari Nantes un passivo umiliante, ma la Pro Recco non ci sta e vuole chiudere le danze nel migliore dei modi: prima con gol di Figlioli e infine con la rete del classe 1999 Gabriele Bassani sulla sirena. Per il giovane talento recchelino si tratta del primo gol in Serie A1, dopo quello siglato in Coppa Italia a Roma.

Il tabellino:
Pro Recco Waterpolo 1913 – Carisa Rari Nantes Savona 15-5
(Parziali: 4-0, 3-1, 3-0, 5-4)
Pro Recco Waterpolo 1913: Tempesti, Lapenna 2, Prlainovic 4, Figlioli 3, Di Fulvio, Felugo 1, Giacoppo, Bassani 1, Figari, Fondelli 3, Ivovic 1, Gitto, Pastorino. All. Igor Milanovic.
Carisa Rari Nantes Savona: Antona, Alesiani 2, Damonte 1, Colombo, L. Bianco, Nicche, Pesenti 1, Fulcheris 1, G. Bianco, Tomasic, Agostini, Fiorentini, Missiroli. All. Alberto Angelini.
Arbitri: Pinato (Genova) e Taccini (Torino). Delegato: Costa (Genova).
Note. Superiorità numeriche: Pro Recco Waterpolo 5 su 8, Savona 2 su 8. Uscito per limite di falli Fiorentini nel terzo tempo.