Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pallanuoto, A1 maschile. Da 0-5 a 11 pari, ma la rimonta non basta: il Bogliasco si arrende all’Acquachiara risultati

Bogliasco. Il Bogliasco torna alla “Vassallo” e lo fa davanti al grande pubblico, con l’aggiunta di trenta tra ragazze e ragazzi della squadra di pallanuoto del Derthona Nuoto, un regalo pre natalizio che il loro allenatore, Fabio Sperati, ha voluto fortissimamente.

Apre i conti Petkovic da posizione tre: aspettava la marcatura, non arriva nessuno e sorprende Prian. Controfuga di Guidaldi, passaggio per Deserti, chiude la retroguardia napoletana. Ancora Petkovic sigla lo 0 a 2. Luongo in superiorità numerica porta a 3 le reti ospiti. Ad otto secondi dal termine ancora il croato per lo 0 a 4. Prima frazione di gioco tutta Acquachiara, il Bogliasco subisce ma così è troppo brutto per essere vero.

Secondo tempo. Paskvalin va a bersaglio in contropiede e sono 5. Reagisce finalmente la Rari con Guidaldi in superiorità numerica: 1-5. Rigore a favore dei biancoazzurri, lo trasforma Alessandro Di Somma. Deserti, gran gol per il 3 a 5.

Rigore a favore dell’Acquachiara, Petkovic riporta gli ospiti sul +3. Edoardo Di Somma accorcia le distanze. Rossi su azione con l’uomo in più insacca il 4-7; poco dopo va in gol Luongo. Chiude Ravina per il 5-8: tiro diretto, senza pensarci, come gli aveva suggerito il compagno di squadra e allenatore nell’under 20 Guidaldi.

Cambio campo. Petkovic in superiorità realizza il 5-9. Il Bogliasco c’è, non molla. Gran gol di Deserti, rovesciata dal centro per il 6-9. Espulso Scotti Galletta, ritarda la sua uscita, rigore per il Bogliasco, definitiva per lui: trasforma De Trane. Due minuti dopo ancora Rari a segno con Alessandro Di Somma: 8-9, un -1 che infiamma la “Vassallo”. Rigore per i napoletani, Boero espulsione definitiva per tre falli e Petkovic fa 8-10. Cambio di fronte e rigore per i biancoazzurri, Deserti protagonista, ancora De Trane a segno. Ma Perez chiude le marcature del terzo tempo segnando il 9 a 11.

Quarto tempo. Tutto da giocare. La controfuga di De Trane, che ruba palla e se ne va in porta per il 10-11. Il gran gol di Gavazzi porta lo score sull’11-11. Il Bogliasco completa la rimonta esaltante: dal -5 alla parità. Il cuore batte forte, un colpo a vuoto quando Valentino da dieci metri riesce ad insaccare: 11-12. Tre parate consecutive di Prian frenano gli ospiti. Superiorità numerica per il Bogliasco, occasione del pareggio, ma svanisce. Chiudono la partita dalle mille emozioni due campioni del mondo: Perez che mette il sigillo al risultato a 33 secondi dal termine, Deserti che comunque non vuole mollare e segna a 16 secondi dal termine. Finisce 12 a 13 per l’Acquachiara.

“Abbiamo perso nonostante il fatto che ce l’abbiamo messo tutta – afferma Daniele Bettini, allenatore del Bogliasco -. Abbiamo giocato una partita di sacrificio, di errori e di cose bellissime. Sono dispiaciuto perché non abbiamo ancora il cambio di mentalità: non possiamo entrare in acqua a casa nostra e ritrovarsi dopo pochi minuti sotto di cinque gol. Non è possibile perché vuol dire che non abbiamo la mentalità vincente e questo mi da molto fastidio. La partita si commenta da sola, è stata bellissima e penso che il pubblico abbia apprezzato il nostro gioco e quello dell’Acquachiara. Hanno vinto di uno, gli abbiamo regalato la partita”.

Paolo De Crescenzo, allenatore dell’Acquachiara, dice: “Ci siamo complicati la vita dopo il vantaggio considerevole nella prima parte del match. Poi abbiamo avuto un calo soprattutto di tenuta mentale e di capacità di saper soffrire. Ma voglio parlare anche dei meriti del Bogliasco che ha avuto il carattere e l personalità per riprendere la partita, il cui risultato è stato aperto fino all’ultimo secondo”.

Il tabellino:
Rari Nantes Bogliasco – Carpisa Yamamay Acquachiara 12-13
(Parziali: 0-4, 5-4, 4-3, 3-2)
Rari Nantes Bogliasco: Prian, De Trane 3, A. Di Somma 2, Gavazzi 1, E. Di Somma 1, Ravina 1, Loomis, Monari, Boero, Guidaldi 1, Dainese, Deserti 3, Pellegrini. All. Bettini.
Carpisa Yamamay Acquachiara: Caprani, Perez 2, Rossi 1, Paskvalin 1, Scotti Galletta, Petkovic 6, Lanzoni, Marziali, S. Luongo 2, Valentino 1, Astarita, M. Gitto, Lamoglia. All. De Crescenzo.
Arbitri: Petronilli e Severo.
Note. Superiorità numeriche: Bogliasco 1 su 7 più 3 rigori segnati, Acquachiara 4 su 12 più 2 rigori segnati. Usciti per tre falli Scotti Galletta e Boero nel terzo tempo.