Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ovetti con “sorpresa”, giovane pusher arrestato a Santa Margherita: spacciava nel parco di Villa Durazzo

Santa Margherita. Potrebbe essere definita operazione ovetti con “sorpresa” l’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti svolta ieri pomeriggio dalla Polizia di Stato. Erano infatti i tipici ovetti di plastica delle uova di cioccolato i contenitori preferiti da un 22enne genovese per smerciare marijuana ai suoi giovani acquirenti.

Ieri pomeriggio, gli agenti della Sezione Anticrimine del Commissariato di Rapallo hanno svolto un servizio d’osservazione in borghese nel parco di Villa Durazzo a Santa Margherita Ligure. In breve hanno individuato un gruppetto di 6 ragazzi, di età compresa tra i 17 ed i 22 anni, con atteggiamento sospetto. I poliziotti hanno invitato i giovani a consegnare eventuale droga in loro possesso ed è qui che sono spuntati, insieme a due spinelli, i primi tre ovetti, la cui “sorpresa” era rappresentata da marijuana per un peso complessivo di 2,23 grammi.

Tra i sei controllati l’unico ad avere, oltre allo stupefacente, delle banconote stropicciate nelle tasche per un ammontare di 65 euro, era il 22enne. I poliziotti, sospettando potesse essere lui il pusher del gruppo, hanno deciso di procedere ad una perquisizione domiciliare. Il giovane in un primo tempo si è mostrato collaborativo ma, una volta in camera sua, ha prima finto di consegnare un cofanetto in legno recuperato dall’armadio per poi gettarlo dalla finestra e tentare di disfarsi di altra sostanza riposta su una mensola. Quando gli agenti sono intervenuti per impedirglielo, il 22enne ha iniziato a dimenarsi e a scalciare, nel tentativo di fuggire. Una volta bloccato, due dei poliziotti sono scesi in strada dove hanno recuperato la scatola. Nel frattempo il giovane ne ha approfittato per aggredire nuovamente i poliziotti rimasti con lui, colpendoli con calci e gomitate e causando loro traumi successivamente medicati con 5 giorni di prognosi.

Alla fino sono stati sequestrati 100 grammi di marijuana da confezionare e ulteriori 9 grammi già suddivisi in dosi, oltre ad uno strumento per sminuzzare lo stupefacente e 200 euro in contanti. Ad ulteriore prova dell’attività di spaccio, nel telefono del 22enne gli agenti hanno trovato diverse foto, alcune scattate nella propria camera da letto, raffiguranti marijuana accanto agli immancabili ovetti. Al termine degli accertamenti il giovane è stato tratto in arrestato.