Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Mercatino di Brignole “vietato” ai disabili, j’accuse della Consulta: “Aspettiamo risposte” foto

Genova. “Dislivelli non segnalati, insidie nei punti di accesso degli stand, passaggi resi impraticabili da tendoni di plastica spostati dal vento perché non fissati alla struttura. Il mercatino di Natale di Genova Brignole, quest’anno, è sconsigliato alle persone con mobilità ridotta o compromessa. O forse sarebbe il caso di dire vietato. In barba a tutte le normative sull’eliminazione delle barriere architettoniche”.

Il j’accuse arriva, in pieno periodo natalizio, direttamente dalla Consulta Regionale Disabili. Il dito è puntato contro le basi di legno che “teoricamente dovrebbero segnalare le insidie – spiega la Consulta fornendo le immagini – ma in più di un caso sono invece state usate senza una logica: al centro dello stand anziché al punto di entrata”. Altro caso, per la tutela di clienti e operatori, gli scivoli inesistenti.

“Aspettiamo che qualcuno, magari chi è stato incaricato di allestire la tensostruttura, oltre naturalmente al Comune di Genova che ha dato i permessi per farlo, fornisca una spiegazione, sperando in un pronto intervento per la messa in sicurezza del mercatino, magari prima del 2015 – auspica ancora la Consulta sottolineando poi un altro aspetto – rendere inaccessibile un mercato a un’intera fascia di popolazione è un danno che colpisce non una, ma tante categorie: disabili temporanei, anziani con difficoltà motorie, donne con il passeggino per i bambini piccoli. Finiamola con gli ostacoli per chi già si muove con fatica – lo sfogo finale – e magari si vergogni un pochino chi dovrebbe vigilare e non lo fa”.