Quantcast

Liguria: tanto freddo ma poca neve. In Val d’Aveto sfiorati i -8°C, temperature da brividi quasi ovunque

stalattite ghiaccio

Provincia. Rovegno -5.1°C, Propata -5.5°C, 0.7°C a Rapallo, Sestri Ponente si è fermata a circa 1°C, poco di più ha fatto Lavagna, più “calda” Pra (2.2°C), decisamente meno Masone con -2.7°C. Fino ad arrivare al record di Rocca Aveto, con valori che hanno sfiorato gli 8°C sotto zero.

Sono queste alcune delle temperature minime da brividi registrate nelle ore notturne in provincia di Genova. Il 2014, insomma, lascia con un vero inverno, ma, almeno per il momento, poca neve.

I cieli, infatti, si manterranno per tutta la giornata di oggi sereni o al più poco nuvolosi. Attenzione, però, al pericolo ghiaccio. Le minime notturne sono crollate su valori inferiori alle medie del periodo, con lo zero termico intorno ai 700-800 metri di quota ma si sono registrate estese brinate a ridosso della costa tra Savona e Genova e nelle piane, forti gelate sui monti con pericolo di tratti ghiacciati sulle strade.

Quel che è certo è che il freddo ci accompagnerà fino allo scoccare del nuovo anno e oltre. Secondo gli esperti di Limet, infatti, “sulla Liguria e il resto del Nord Italia i cieli si manterranno sereni o al più leggermente velati sotto l’influenza dell’alta pressione delle Azzorre che tenderà ad avanzare verso est ma soprattutto si eleverà con asse inclinato verso nord-est. Tale elevazione del promontorio anticiclonico si proietterà fin verso la Scandinavia andando a richiamare correnti gelide di matrice artico-continentale verso la Penisola italiana. Le temperature sono dunque attese in ulteriore deciso calo nei prossimi giorni con il clou del freddo tra martedì e la notte di San Silvestro con temperature sottozero anche sulla costa e fino a -10/-15°C a 1000 metri”.

Proprio per questo ricordiamo che è in vigore un livello di attenzione per freddo intenso e mareggiate.