Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Liguria: disco verde per 16 nuove unioni dei Comuni, 6 in Provincia di Genova

Più informazioni su

Liguria. Partono in Liguria sedici nuove unioni dei Comuni nate nel 2014. Si aggiungono alla sola unione già esistente sul territorio dal 2011 e portano a 81 il numero delle civiche amministrazioni che hanno fatto questa scelta associativa. Dalle Regione Liguria queste unioni di comuni, attraverso un bando, hanno ottenuto un contributo finanziario di 1,1 milioni di euro ( 295 mila euro 628 fondi regionali, 804,371 statali) per avviare e sostenere la gestione associata delle funzioni comunali.

Il bando, finanzia con 56 mila euro anche l’Unione SOL “Valli Stura orba e Leira”, nata nel 2011. Già nel 2012 e 2013 la Regione Liguria aveva finanziato le associazioni dei comuni e alcune Unioni, in un percorso previsto dalla normativa nazionale e che aveva portato a impegnare risorse per oltre 2,4 milioni. “Con questo bando possiamo ritenere di aver raggiunto un importante obiettivo, siamo convinti che la gestione associata delle funzioni fondamentali in capo ai singoli comuni possa essere più efficace, efficiente e garantire buoni risparmi”, afferma l’assessore alle Infrastrutture, e ai rapporti con gli enti locali Raffaella Paita. In dettaglio, in Provincia di Genova si sono costituite sei nuove Unioni per un totale di ventisei comuni coinvolti e un finanziamento di 409 mila 701 euro. In provincia della Spezia nuove Unioni sono tre, tredici i comuni coinvolti con un finanziamento 186 mila 407 euro.

Sono quattro le nuove Unioni nell’Imperiese, ventisei i comuni coinvolti e un finanziamento di 287 mila 597. In provincia di Savona si sono costituite 3 nuove Unioni , sedici i comuni coinvolti e un finanziamento 135 mila 293 .Nel Savonese, l’Unione dei Comuni della Vite e dell’Ulivo, che comprende i comuni di Vendone – Ortovero – Arnasco – Casanova Lerrone – non è stato ammessa a finanziamento per un errore formale nella presentazione della domanda, ma già con il nuovo anno con i fondi 2015 sarà possibile erogare anche a questa nuova Unione, un contributo adeguato per l’avvio delle funzioni in forma associata.

“Siamo convinti che l’azione svolta in questi anni abbia dato buoni risultati, le risorse impegnate sono evidenti e dimostrano come la Regione Liguria creda nell’associazionismo comunale come un sistema di buon governo del territorio, in Sintonia con la legge Del Rio”, afferma Paita.