Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Latitante dal 2004, condannato a 20 anni per traffico di cocaina: il genovese Stefano Marchi arrestato a Capo Verde foto

Più informazioni su

Genova. Si chiama Stefano Marchi il 49enne genovese arrestato dalla Polizia di Genova a Capo Verde. L’uomo era latitante dal 2004 e, elemento di spicco di un’organizzazione criminale composta da italiani e sudamericani e dedita all’importazione e allo spaccioa Genova e nel Tigullio di cocaina dalla Colombia, era inserito nell’elenco dei cento ricercati più pericolosi.

stefano marchi latitante

Era stato condannato in via definitiva a quasi 20 anni di reclusione per associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, porto abusivo di armi ed altri reati contro il patrimonio.

Marchi è stato catturato sull’isola di Majo, in una villetta dove abitava, dagli investigatori della Squadra mobile della Questura di Genova, coordinati dal Servizio centrale operativo della Polizia di stato e dal Servizio per la cooperazione internazionale di Polizia.

A tradirlo sono stati i soldi che i suoi familiari gli inviavano dall’Italia per le spese di ordinaria amministrazione. Erano la mamma e il fratello che con cadenza quasi mensile mandavano piccole somme di denaro.

Non solo. Nel 2011 gli agenti di polizia lo avevano localizzato una prima volta, sempre nell’arcipelago di Capo Verde, grazie a una intercettazione dove spiegava alla madre di
avere fatto spostare alcune piante di aloe perché le radici stavano rompendo il muretto di cinta della villa dove si era rifugiato. Ma subito dopo aveva cambiato residenza, facendo perdere di nuovo le tracce. La banda era stata sgominata nel 2004, con l’operazione della squadra mobile denominata ‘Rezzonico’. Al vertice della gang c’era una badante peruviana di 31 anni soprannominata ‘Donna Rosa’. Nel corso dell’operazione, Marchi era riuscito a scappare all’estero. Secondo gli inquirenti, si era da subito rifugiato a Capo Verde. Quando ieri un agente della polizia lo ha riconosciuto e lo ha chiamato, Marchi si è fatto arrestare senza alcuna resistenza. Nei prossimi giorni verrà estradato in Italia.