Quantcast
Cronaca

Genova, i lavoratori Oms Ratto occupano la sede della Regione

Genova. Agg. ore 19.20: Un vertice urgente con l’azienda e il liquidatore della società per mettere in sicurezza gli stipendi dei lavoratori e attivare gli ammortizzatori sociali. E’ quanto ha garantito ai lavoratori di Oms Ratto l’assessore regionale Enrico Vesco dopo che i dipendenti dell’azienda del settore biomedicale avevano occupato pacificamente l’atrio della sede della Regione Liguria chiedendo un incontro. Un secondo passaggio su cui i sindacati sono stati fermi è la necessità che al tavolo di trattativa aperto da diversi mesi al Ministero dello Sviluppo economico per il piano industriale di Esaote sia presente anche l’azienda bresciana Ellemaster, con cui Esaote ha siglato un accordo per l’esternalizzazione del lavoro prodotto fino ad oggi da Oms Ratto. Come da accordi con la Regione infatti Ellemaster dovrebbe assorbire il personale di Oms Ratto (56 dipendenti) che da oggi si trova senza lavoro. Intanto i lavoratori hanno dichiarato lo sciopero permanente e l’occupazione della fabbrica.

I lavoratori della Oms Ratto dopo l’annuncio da parte dell’amministratore delegato della messa in liquidazione della società hanno occupato pacificamente la sede della Regione Liguria in piazza De Ferrari.

“Siamo qui perché la Regione nell’ambito della trattativa sul piano industriale di Esaote ci aveva assicurato che la Ellemaster, a cui passerà la produzione degli ecografi che fino ad ora produceva Oms Ratto, avrebbe riassorbito il personale, che si trova senza stipendi da tre mesi e senza ammortizzatori, ma non ne abbiamo saputo piú nulla” spiega Enzo Russo Fiom Cgil.

“A questo punto la Regione e tutte le aziende della città che fino ad oggi hanno lavorato con Oms Ratto, a cominciare da Selex e Abb, devono farsi carico del problema”. Dopo un presidio dentro l’atrio della Regione i lavoratori ora sono stati ricevuti dall’assessore regionale al Lavoro Enrico Vesco.