Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, dall’economia lineare a quella circolare: al via LigurCircular

Più informazioni su

Genova. Primo appuntamento di LigurCircular, mercoledì 17 dicembre, Forum permanente sull’economia circolare nel Salone Nave Blu dell’Acquario di Genova dove sono stati ospitati alcuni aderenti al Forum che hanno parlato di obiettivi, attività e programmi da percorrere per il prossimo 2015.

Fitta di impegni l’agenda del prossimo anno che vede già da gennaio la definizione e l’inizio lavori dei quattro CircLab, gruppi di lavoro tematici, che si occuperanno di “Riduzione dello spreco alimentare”, “Risorse e ambiente costruito”, “Prodotti sostenibili” e “Rifiuti come risorse”.

Numerosi gli interventi che hanno visto coinvolti, tra gli altri, la docente universitaria, e membro del CdA Amiu, Adriana Del Borghi, Marcello Peronaci di ENEA, Gustavo Capannelli del Consorzio Ticass, Stefano Amoroso dell’IIT e Nicola Canessa del Gruppo Giovani Riuniti dove sono stati illustrati progetti di riuso delle materiale di scarto oppure presentati innovativi brevetti.

Da segnalare quelli relativi a bioplastiche proveniente da vegetali come prezzemolo, bietole e riso; oppure spugne ‘intelligenti’ capaci di assorbire sostanze oleose e non l’acqua, o ancora fondi di caffè utilizzabili come filtri naturali. Si è parlato anche di una chimica capace di trasformare l’acqua ‘sporca’ in acqua adatta per l’agricoltura. Nulla di futuribile o ipotetico, ma progetti concreti e reali come l’iniziativa-pilota a livello nazionale, seguite in prima battuta proprio da Amiu e dal comune di Genova, “Weensmodel” dedicato alla raccolta differenziata dei rifiuti di apparecchi elettronici ed elettrici e l’organizzazione della logistica per il loro ritiro dalla rete commerciale.

Il Forum, nato ad aprile di quest’anno ha visto Amiu lavorare assieme al Comune di Genova, Camera di Commercio, Gruppo Giovani Riuniti, e in collaborazione con Regione Liguria, Associazione Genova Smart City e TICASS 2. LiguriaCircular vuole favorire il passaggio da un’economia lineare a un modello di economia circolare in cui le risorse sono utilizzate più volte, permettendo così il loro riutilizzo e riciclo in un’ottica di crescita sostenibile.

L’adesione al Forum è stata aperta a tutti i soggetti imprenditoriali, della società civile, del mondo della ricerca e dell’innovazione che intendono cogliere le opportunità rappresentate da una transizione verso un modello di economia circolare e che desiderano operare per il raggiungimento di questi.

Amiu Genova ha deciso di improntare le proprie strategie di sviluppo nel solco dell’economia circolare, con l’obiettivo di rappresentare per il territorio genovese e ligure il soggetto-cardine di un sistema intelligente per un’economia locale circolare, capace di occuparsi dell’approvvigionamento di materie prime seconde ed energia a partire da quelli che – oggi – sono definiti “rifiuti”:

Il Forum LiguriaCircular opererà in stretto coordinamento con l’Associazione Genova Smart City e con il supporto organizzativo e operativo di AMIU per realizzare le diverse attività con l’integrazione delle competenze, in tema di rifiuti, delle strutture e dei soggetti coinvolti, facendo nascere un sistema di “green economy” ligure che veda aggregazione di imprese e istituzioni locali per la partecipazione a progetti europei individuando di volta in volta capofila e partecipanti; organizzazione di eventi e altre iniziative a carattere scientifico e divulgativo su rifiuti, ambiente ed economia circolare; supporto all’associazione GenovaSmartCity nella realizzazione dei progetti, per quanto attiene alle azioni sui rifiuti previste dallo Sportello unico delle attività produttive del Comune di Genova.