Quantcast
Politica

Expo2015, la richiesta dei tre sindaci del Tigullio: “Un collegamento aereo per tutto l’anno con il Nord Europa”

paolo donadoni carlo bagnasco giovanni d'alia

Tigullio. Intercettare i turisti dei paesi del Nord Europa offrendo loro una possibilità in più per raggiungere l’Expo di Milano prendendo come punto di riferimento la Liguria e il Tigullio.

Sono le motivazioni che hanno spinto i tre Sindaci di Portofino (Giorgio D’Alia), Santa Margherita Ligure (Paolo Donadoni) e Rapallo (Carlo Bagnasco) a scrivere e firmare una lettera indirizzata al Presidente della Regione Liguria Claudio Burlando e al Presidente dell’Aeroporto di Genova S.p.a. Marco Arato per chiedere almeno un collegamento aereo con una località del Nord Europa che preveda per tutti i 12 mesi dell’anno una periodicità di 3 voli settimanali (andata e ritorno).

Ancora un’iniziativa congiunta dei tre giovani sindaci del Tigullio Occidentale che proseguono la loro collaborazione nell’ottica di un’idea comprensoriale.
“Le nostre città, alla luce di una forte sinergia d’intenti per il rilancio del territorio, stanno compiendo un notevole sforzo di coordinamento e d’investimento progettuale ed economico per predisporre un piano di accoglienza che valorizzi il Monte di Portofino e il suo circondario a scopo turistico – scrivono i Sindaci nella lettera – A tal riguardo, la verifica dei dati disponibili, esaminati congiuntamente agli operatori di settore, dimostra la particolare compatibilità, come utenza turistica, dei paesi del Nord Europa, che possono trovare nel nostro inverno la loro estate, e che mostrano speciale apprezzamento per le caratteristiche geografiche e culturali della Liguria”.

“In linea con l’orientamento espresso da Regione – proseguono Bagnasco, Donadoni e D’Alia – vi chiediamo, di comune accordo e con congiunta voce, di voler stabilire nella programmazione delle tratte aeree un collegamento con almeno uno dei paesi del Nord Europa (es. Norvegia, Svezia, etc.), che preveda per tutti i 12 mesi dell’anno una periodicità di almeno 3 voli settimanali andata/ritorno. Riteniamo tale opzione fondamentale presupposto strategico per poter interloquire efficacemente con detto bacino di utenza turistica, al quale far conoscere il nostro bellissimo territorio e le sue tradizioni. Ciò è tanto più vero oggi in riferimento all’imminenza dell’Expo Milano 2015, per cui Genova e il Tigullio potrebbero rappresentare un importante punto di approdo in Italia”.