Quantcast
Altre news

Concerti, arte e presepi: gli eventi del 1 gennaio a Genova e provincia

carlo felice teatro

Genova. Concerti, arte e presepi. Sono alcuni degli eventi che Genova e provincia offrono per iniziare al meglio il nuovo anno. Appuntamento con la tradizione, dunque. Alle 16 torna, come ogni 1 gennaio, il Concerto del primo dell’anno,al Teatro Carlo Felice, con Felix Krieger & Michail Lifits.(Musiche Johann Strauss II, Sergej Rachmaninov, Nicolaj Rimskij-Korsakov, Johannes Brahms).

Concerto di Capodanno, sempre alle 16 anche al Teatro Verdi di Sestri Ponente con Ensemble Le Muse, soliste Rondò Veneziano e pianista Andrea Albertini.

Jazz a Chiavari con il “Capodanno a Rio”, Ingresso libero.

A Rapallo Concerto dell’Orchestra “Jean Sibelius”, inizio alle ore 17.
A Santa Margherita Ligure Concerto di capodanno “Ensemble Simphony Orchestra” Inizio ore 11.

A Moneglia Concerto di Capodanno con il coro “ConvittoArmonico” diretto da Stefano Buschini, i “Pueri Cantores” della Cattedrale di Sarzana.

Per chi ancora non l’ha vista imperdibile l’appuntamento con la mostra genovese di Frida Kahlo e Diego Rivera,a Palazzo Ducale. Per l’occasione aperta fino alle 22.

Come ogni anno il primo gennaio la Comunità di Sant’Egidio vuole far giungere il suo sostegno al messaggio del Papa e alla sua sollecitudine per la pace nel mondo. A Genova l’appuntamento è il 1 gennaio alle 15,15 nella basilica dell’Annunziata, con testimonianze della Comunità di Sant’Egidio, e una riflessione del cardinale Angelo Bagnasco. Alle 16,30 partirà la marcia per la pace da piazza della Nunziata per le vie del centro antico fino a piazza San Lorenzo. Verranno ricordate tutte le terre che nel Nord e nel Sud del mondo attendono la fine della guerra e la fine del terrorismo.

Spostandosi a ponente, Arenzano propone un pomeriggio di festa con animazione itinerante in centro a partire dalle 16 con clown, giocolieri e musicanti.

La Superba poi è una città ricca di storia e cultura, profondamente legata alle sue tradizioni più antiche. Prima tra tutte, la tradizione presepiale che, nata intorno all’inizio del XVII secolo, si sviluppò in modo straordinario  tanto che Genova si affermò, accanto a Napoli, come uno dei centri più attivi nella produzione di figure da presepe.

Il programma “Il Tempo dei Presepi”, che valorizza la ricca tradizione presepiale genovese, offre numerose e suggestive proposte: allestimenti di Presepi storico- artistici d’eccellenza nazionale, tradizionali, scenografici, paesaggistici, meccanici, antichi, moderni, viventi in costumi barocchi e tradizionali; concerti di musica sacra, classica, barocca e tradizionale;itinerari tematici, visite e tour guidati,  mercatini natalizi; e tante altre iniziative. Qui tutte le iniziative sparse in città.

Nell’entroterra e in riviera diverse le occasioni per visitare i meravigliosi presepi: da Bogliasco a Campoligure, dal tradizionale presepe di Pentema (Torriglia) a quello di Tasso (Lumarzo), a quello in stoffa e resina dell’artista a Tiglieto.
Presepe vivente anche a Rezzoaglio con servizio di navetta dalla piazza della chiesa di Rezzoaglio. A Rapallo appuntamento imperdibile per tuffarsi nell’atmosfera del Natale. Dal 29 novembre al 6 gennaio, 40 giorni di magia per grandi e piccini. Info complete sul sito.