Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Calcio, Promozione girone A: Pirovano vuole sgambettare la Carlin’s; le genovesi si augurano di trascorrere buone feste risultati

Genova. Con la disputa del quindicesimo turno, termina il girone di andata del campionato di Promozione, girone A e la Carlin’s Boys ha la possibilità di scartare, sotto l’albero di Natale, il pacco dono di campione d’inverno, un titolo “virtuale”, che tuttavia spesso si dimostra, a fine torneo, essere stato un attestato “reale” sulle cui basi si può concretizzare il salto di categoria.

L’avversario dei sanremesi, in questo week end, è di quelli da prendere con le molle, infatti il Campomorone è guidato da mister Pirovano, uno dei tecnici più longevi e preparati della Liguria (patentino di mister acquisito nel 1991) e chi lo conosce sa che farà di tutto per regalarsi un Natale di quelli da ricordare. Ragion per cui, Daddi e compagni dovranno sciorinare una partita super, se vorranno “metter sotto” i polceveraschi.

La Voltrese, seconda a tre punti dal primato, farà sicuramente il tifo per questi ultimi, sperando in uno scivolone dei rivali, ma prima di tutto dovrà vincere la resistenza di un Borzoli, che ha ripreso a camminare come a inizio campionato, anche se la sua posizione in classifica non è ancora affatto tranquilla; in ogni caso, Cardillo e soci si augurano di chiudere in bellezza un anno sportivo giocato sempre a grandi livelli.

Reduce dal pareggio ottenuto sul terreno del Borzoli, risultato che ha fatto perdere terreno rispetto alle prime due della classe, l’Albenga ha soltanto un risultato da inseguire : la vittoria. Dovrà farlo contro il Serra Riccò, distanziato, in quarta posizione di sei punti; gli ingauni, però, credono ancora di poter dire la loro in chiave promozione. Di contro, il Serra, gasato dagli sgambetti rifilati sia alla Carlin’s, che alla Voltrese, è alla ricerca di punti anche in trasferta.

La Loanesi, battuta inaspettatamente in casa dal Taggia, va a far visita ad un’Albissola dal rendimento sempre discontinuo … per entrambe una vittoria sarebbe una panacea dalle virtù magiche.

L’Arenzano, sconfitto e raggiunto dal Legino al sesto posto della graduatoria, desidera riassaporare il gusto della vittoria con il Bragno, formazione in crisi di risultati e sempre sconfitta in trasferta. Il presidente dei valbormidesi, Roberto Ferraro, si aspetta un risultato positivo, che dia il là ad un girone di ritorno migliore rispetto a quello dell’andata.

Il Legino, squadra tra le più in forma del momento, vuole continuare a stupire, cercando il colpo gobbo in quel di Taggia, contro una squadra che negli ultimi due turni ha trovato un minimo di continuità di prestazioni e di conseguenza di risultati … sarà compito dei savonesi far sì che gl’imperiesi non possano dire che “non c’è il due senza il tre”.

Rivarolese-Varazze e Ceriale-Cogoleto sono match, dal cui mazzo tutte e quattro le squadre s’augurano di pescare il jolly.

Gli avvoltoi del bomber Piovesan, superando il Varazze, si porterebbero a metà classifica, mentre i nerazzurri di Damonte (in piena crisi) in caso di sconfitta, vedrebbero ancor più deficitaria la classifica, tanto più che, qualora contemporaneamente vincesse il Ceriale, potrebbero precipitare all’ultimo posto, proprio al termine del girone di andata. Insomma è giunto il momento per i varazzini di “far quadrato” e cercare d’uscire indenni da questa difficile trasferta.

Il Ceriale, vincendo nel recupero contro il Varazze, ha ottenuto la prima vittoria, ridando fiato alle speranze di salvezza, che potrebbero trasformarsi in vento grazie ad un bottino pieno con il Cogoleto, anche perché in tal caso anche i genovesi si troverebbero ad un passo dall’inferno. I granata, che non vincono da troppo tempo, peraltro, non possono sbagliare atteggiamento nell’affrontare questa sfida, che può offrire l’occasione di prendere due piccioni con una fava.