Quantcast
Sport

Calcio, ancora un pareggio per l’Entella. Prina: “Dobbiamo sfruttare meglio i momenti in cui si domina l’avversario”risultati

Entella vs Virtus Lanciano

Chiavari. Si chiude con un pareggio, il quarto consecutivo, il girone d’andata dell’Entella. Positivo il bilancio di mister Luca Prina, snocciolato in sala stampa al termine del match col Crotone. “Siamo cresciuti moltissimo dall’inizio di campionato – esordisce il tecnico -. Dalla quinta giornata in poi stiamo viaggiando a una media punti che va ben oltre la quota salvezza. Giochiamo meglio, tempo e lavoro hanno dato i loro frutti”.

Match. Rammarico, inevitabile, per i due punti persi contro i calabresi. “Dispiace molto per l’episodio del gol subito in cui dovevamo e potevamo fare meglio – ammette l’allenatore -. In un campionato così equilibrato dobbiamo imparare a sfruttare di più i momenti in cui si riesce a dominare l’avversario. Nel primo tempo siamo meritatamente passati in vantaggio ma, a causa anche della stanchezza che stiamo accusando, non siamo riusciti a mantenere il risultato”.

Classifica. “Siamo in serie positiva da sette partite e per salvarsi contano anche i pareggi – sottolinea il mister -. E’ chiaro che il rimpianto resta perchè in questo ciclo di partite non abbiamo raccolto quanto avremmo meritato. In un percorso di crescita continua come quello che abbiamo intrapreso, la maturità necessaria a gestire le partite è il piccolo step che ancora ci manca”.

Sosta dolce sosta. “Dal punto di vista fisico ne abbiamo un grande bisogno perché in queste ultime uscite abbiamo veramente fatto fatica. Dal punto di vista psicologico invece avrei preferito continuare, perché la mentalità della squadra è quella giusta – conclude -. Grazie al cielo ho un gruppo di ragazzi che non si risparmia mai e il fatto che siano arrivati stanchi al termine di questo tour de force ne è la prova”.

“Due punti persi” è l’analisi lapidaria di Stefano Botta, protagonista in sala stampa dopo l’intervento di mister Prina. “Dovevamo vincere, dispiace sempre farsi recuperare – aggiunge il centrocampista -. Avremmo dovuto gestire meglio alcuni palloni, nel secondo tempo siamo oggettivamente calati, soprattutto sotto l’aspetto fisico. Fermo restando che siamo globalmente soddisfatti di come si sia chiuso il girone d’andata, in quello di ritorno dobbiamo necessariamente migliorare nella gestione dei risultati. Mentalità e gioco ci sono, manca ancora questo piccolo passo per consacrarci”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Pedro Costa Ferreira, il quale esprime anche un bilancio a livello personale. “Non era facile per me confrontarmi da subito con la Serie B provenendo dalla Seconda Divisione – dice -. Sono abbastanza soddisfatto ma devo ancora migliorare molto. Avrei voluto segnare di più per esempio: confido nel girone di ritorno”.