Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Banda ultra larga, firmato accordo tra Tursi e Metroweb

Più informazioni su

Genova si conferma la seconda città italiana dopo Milano per capillarità e capacità della propria infrastruttura in fibra ottica. A sancirlo, la firma – avvenuta il 15 ottobre scorso a Roma – dell’“Accordo per lo sviluppo di una rete in fibra ottica” che rafforza gli investimenti di Metroweb per lo sviluppo della rete a banda ultra larga nel territorio comunale ampliandone l’estensione.

A firmare l’intesa il presidente di Metroweb Italia, Franco Bassanini, e il sindaco di Genova Marco Doria che oggi ne illustra i contenuti con Guido Garrone, amministratore delegato di Metroweb Genova. Grazie all’accordo siglato, Genova – tra le prime città italiane che hanno saputo raccogliere la sfida della trasformazione in Smart City – potrà sfruttare il vantaggio competitivo dell’infrastruttura in fibra ottica di Metroweb che abilita l’offerta di servizi ad alto valore aggiunto in favore sia dei cittadini che del sistema produttivo.

Gli interventi riguarderanno l’estensione della rete di accesso in fibra ottica di Metroweb in linea con gli obiettivi dell’Agenda Digitale Europea e dell’Agenda Digitale Italiana, nonché il potenziamento della disponibilità di accesso ai servizi per telecomunicazioni e trasmissione dati in mobilità in aree in cui oggi questo non è ancora possibile e l’adeguamento infrastrutturale del Porto, principale distretto commerciale e industriale della città. In questa direzione vanno il cablaggio della Metropolitana di Genova, l’integrazione delle reti ultra broadband con la rete dell’illuminazione pubblica attraverso la valorizzazione degli impianti a supporto dell’Internet of Things e il progetto di cablaggio di tutta l’area portuale comprese le banchine.

Il Comune di Genova avrà il ruolo di facilitatore dei processi di realizzazione. Saranno adottati processi amministrativi innovativi in coerenza con le normative nazionali più recenti. Tra le novità il Catasto Reti del Sottosuolo, un database contenente il censimento delle infrastrutture tecnologiche esistenti e idonee per lo sviluppo dei progetti previsti, che consentirà la contrazione di tempi e costi per la realizzazione delle opere. L’utilizzo di cavidotti esistenti ridurrà la quantità complessiva degli scavi, l’impiego di tecniche di posa non invasive limiterà i disagi per la cittadinanza.

Di notevole importanza è il coinvolgimento nel progetto di diverse aziende pubbliche, da AMT ad ASTER, dimostrando che la partnership tra pubblico e privato può rappresentare un volano della ripresa. La realizzazione di reti a banda ultra larga rappresenta infine l’infrastruttura necessaria per garantire l’efficienza e la trasparenza della Pubblica Amministrazione. Nell’ambito dell’intesa, Metroweb si impegna infatti a fornire il collegamento in banda ultra larga a 20 sedi del Comune di Genova, compresi i Municipi e gli info point per i turisti, dando così un contributo al processo di formazione della Città Metropolitana e alla crescita di un settore sempre più strategico per Genova.