Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Amt, i sindacati a Tursi: “Prima di incontrare l’azienda vogliamo risposte dal sindaco”

Genova. “Speriamo che oggi sia una giornata utile perché la Regione fa un passo in avanti verso la risoluzione del problema, almeno prova a mettere uno strumento utile per cercare di arrivare in maniera positiva alla creazione dell’azienda unica, creando il fondo che potrebbe essere necessario per diminuire gli organici utilizzando il prepensionamento”, dichiara Andrea gamba, Filt Cgil, oggi in Regione. Per la questione di Amt, però, lavoratori e sindacati aspettano una risposta da parte del sindaco. “Per sapere se voglia o no far partecipare Amt alla gara in maniera sana e quindi cercando di rispondere positivamente alle nostre richieste”.

Nel frattempo Marco Doria ha detto alle organizzazioni sindacali di incontrare l’azienda. “Noi la incontreremo a valle delle risposte che ci sarà il sindaco, quindi revoca della disdetta, per cui l’azionista deve dare mandato pieno, perché ad oggi abbiamo una sospensione ma non una revoca – prosegue – Poi chiediamo la patrimonializzazione di Amt per renderla forte e quindi in grado di affrontare il percorso di gara”.

Poi una precisazione. “Non è vero che noi non vogliamo incontrare l’azienda, casomai è il contrario: ha fatto pervenire due incontri in Confindustria, ma con noi non è mai stata concordata nessuna data ed è abbastanza strano obbligare alla partecipazione con un incontro già prefissata”.

Per quanto riguarda la costituzione dell’Ati di cui parla il sindaco, dovrebbe prevedere anche la presenza di un socio finanziatore. “Dobbiamo approfondire anche questa questione – conclude Gamba – Siamo disponibili affinché tutte le aziende di trasporto pubblico si raggruppino in una Ati, ma i soggetti esterni li vediamo naturalmente con molta diffidenza. E’ anche per questi motivi che vogliamo approfondire tutti gli aspetti con il primo cittadino”.

Lavoratori e sindacati, quindi, attendono risposte dal sindaco e sono pronti a dare vita a nuove manifestazione di protesta finché non sarà fissata una data per l’incontro.