Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il 12 dicembre sciopero generale Cgil e Uil, a Genova due cortei. Stop a bus e treni, orari e modalità

Genova. Si è svolta questa mattina a Genova la conferenza stampa di presentazione dello sciopero generale indetto da Cgil e Uil, che si terrà il prossimo 12 dicembre per tutti i settori di lavoro.

Al centro dell’incontro, la pesante crisi che sta investendo la nostra Provincia e le soluzioni insufficienti predisposte dal Governo. “Esecutivo che, attraverso il jobs act e la Legge di Stabilità, ha proposto misure che non riescono a far fronte alla drammatica situazione nazionale rispetto all’occupazione e alla ripresa. In questi mesi il Governo ha continuato a tirar dritto sulle richieste provenienti dai lavoratori, i quali sono rimasti esclusi da un dibattito che il nostro Premier ha teso ad infiammare in maniera strumentale. Un atteggiamento che non ha prodotto nessun contrasto alla crisi, nessun sostegno all’economia reale: solo tante chiacchiere e misure inique che non produrranno mai risultati veri sul piano degli investimenti”, spiegano i segretari provinciali Cgil e Uil, Ivano Bosco e Pierangelo Massa, e i segretari organizzativi Armando Firpo e Emanuele Guastavino.

Secondo i sindacati le politiche economiche e quelle sul lavoro hanno peggiorato le condizioni di vita di milioni di persone, indebolito i nostri sistemi di protezione sociale e ridotto le tutele per chi è stato più colpito dalla crisi. “Si può far crescere il Paese se si investe sul lavoro e se si aiuta chi è in condizioni di disagio, se si accetta la scommessa dell’innovazione e si promuove più equità fiscale – proseguono – Mentre la criminalità organizzata si impossessa delle nostre istituzioni, il governo non fa nulla per applicare strumenti che contrastino i disegni malavitosi come una legge seria sugli appalti o il falso in bilancio. Invece si occupa in modo meticoloso all’articolo 18, alla tassazione del Tfr dei lavoratori e non mettere risorse sugli ammortizzatori sociali che sono a tutt’oggi insufficienti”.

“Ai giovani promette il contratto a tutele crescenti e la cancellazione del precariato, ma omette di dire che con l’abolizione dell’articolo 18 niente e nessuno li difenderà più dal licenziamento. E intanto le vertenze industriali continuano ad essere affrontate singolarmente senza una visione nazionale di politica industriale.
Il sindacato vuole unire il Paese con il lavoro, estendere le tutele e rimettere in moto l’economia. Se il Governo riuscisse ad ascoltare le nostre buone ragioni, riuscirebbe finalmente a cambiare verso alle sue politiche che fino a questo momento appaiono inefficaci e sbagliate”, concludono i segretari.

La manifestazione genovese prevede due cortei: uno del Ponente, con concentramento alle 8,30 in piazza Massena e partenza verso il centro città; l’altro in centro, con partenza davanti alla stazione di Brignole alle 8.30. La manifestazione avrà il suo culmine in piazza De Ferrari, dove ci sarà il palco con la rappresentante dei precari, Roberta Cavicchioli, segretario Uiltemp Liguria. Terrà il comizio: Pier Angelo Massa, segretario Uil Genova e Liguria. Effettuerà le conclusioni: Maurizio Landini, Segretario Generale Fiom Cgil. Nei giorni precedenti allo sciopero verranno effettuati alcuni volantinaggi a Genova nei mercati del centro cittadino e nelle piazze del ponente e nel Tigullio.

Ecco le modalità di sciopero settore per settore: marittimo e portuale 24 ore; autostrade 8 ore, ovvero intera prestazione lavorativa; Anas 8 ore tutto il personale, intero turno di lavoro personale turnista.

Amt personale viaggiante: 9.30 -17.30 – restante personale: intero turno. Atp personale viaggiante: 9.00 -17.00, restante personale: intero turno. Biglietterie: 9.00 – 16.30.

Genova Parcheggi 8 ore, interno turno; Aeroporto: personale viaggiante, turnista e addetto attività operative: 8 ore dalle 10 alle 18.00. Personale non turnista: intero turno di lavoro.

Settore ferroviario; addetti alla circolazione treno e navi traghetto: dalle 9.01 alle 17.00, restante personale: intera prestazione lavorativa. Personale viaggiante servizi supporto: pulizie vetture – ristorazione bordo treno – accompagnamento notte: 9.01-17.00; manutenzione rotabili: intera prestazione lavorativa – personale appalti 8 ore.

Settore logistico, case di spedizione-autotrasporto-corrieri-agenzie marittime-cooperative-aci: intera prestazione lavorativa.