Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Tursi, piano da 50 assunzioni a tempo indeterminato: dai lavori pubblici al dissesto, si cercano tecnici specializzati

Genova. Un piano da 50 nuove assunzioni per il 2014 che raddoppia quanto fatto nel biennio precedente e che soprattutto punta a sostituire i dipendenti che vanno in pensione con figure tecniche altamente specializzate. Il piano è stato approvato oggi dalla Giunta di palazzo Tursi.

“Il segnale che vorremmo dare – spiega l’assessore comunale al personale Isabella Lanzone – è potenziare determinati settori che oggi non sono al passo con i tempi. Nell’ottica di quanto abbiamo fatto da quando questa giunta si è insediata vogliamo incrementare il numero dei tecnici, mentre stiamo diminuendo quello dei dirigenti che dal 2012 a oggi sono passati da 93 a 79”.

Quest’anno verranno assunti quindi 50 quadri, quasi tutti tramite concorso. Di questi 17 unità rinforzeranno l’area tecnica con geologi, ingegneri ambientali, strutturisti, mentre altri 11 funzionari si aggiungeranno al settore dei lavori pubblici. Poi ci sarà posto per 10 funzionari amministrativi fra cui 7 geometri e un funzionario dei servizi informativi, 6 agenti della polizia municipale, 3 assistenti per gli asili nido e 3 insegnanti di scuola d’infanzia.

In quest’ultimo settore, a cause delle assenze lunghe del personale sono previste rispettivamente anche 15 e 19 assunzioni a tempo determinato, così come sempre quest’anno Tursi assumerà una decina di assistenti sociali. Ci sarà anche l’assunzione di un dirigente, ma a tempo determinato, un ‘energy manager’ che potrà arrivare anche dal settore privato.

“La scelta di assumere a tempo determinato – spiega Lanzone – ci consente di trovare risorse anche all’esterno del bacino degli attuali dipendenti in modo da scegliere figure altamente specializzate e già formate che provengono magari dal privato, senza escludere ovviamente eventuali funzionari pubblici che, se avranno le competenze richieste, potranno ovviamente partecipare al concorso”.

Anche per il 2015 le assunzioni di dirigenti previste seguiranno la stessa filosofia: “Anzitutto numerica perché se quest’anno abbiamo un dirigente in meno dall’anno scorso per il prossimo la situazione si ripeterà con 6 dirigenti che vanno in pensione e 5 assunzioni previste, di cui 2 a tempo indeterminato e 3 a tempo determinato nell’area tecnica”.

Inoltre, se il piano delle assunzioni di Tursi era stato deciso prima delle alluvioni di questo autunno, la situazione del territorio resta il settore su cui il Comune cerca di attrezzarsi maggiormente: “E’ evidente che dobbiamo rispondere a una situazione di dissesto idrogeologico sempre più grave, per questo anche i 3 dirigenti a tempo determinato che assumeremo il prossimo anno saranno destinati a questo settore”.

Per la maggior parte dei posti il Comune fa sapere che si procederà attraverso concorsi “visto che ad eccezione degli agenti di polizia municipale abbiamo praticamente esaurito le graduatorie”. I dipendenti del Comune di Genova, che erano 6.118 alla fine del 2011, saranno alla fine di quest’anno 5.690. La riduzione tra 2011 e 2013 ha consentito alla casse del Comune un risparmio di circa 20 milioni di euro.